fbpx
⭐Iscritti attuali: 8500+

30/11/2021

Come studiare senza ripetere grazie all’Active Recall: 10 + 1 errori da evitare

Studiare senza ripetere è possibile grazie alla active Recall (fatta bene però!)

Se studi proprio tanto tanto tanto ma non arrivi ai risultati che vorresti forse è perché stai facendo Active Recall nel modo sbagliato.

Oggi vediamo come usare l’Active Recall nella maniera corretta e senza errori!

Continuiamo con la nostra Psicologia dell’apprendimento veloce e torniamo sull’argomento Active Recall, che avevamo trattato già in un’altra Guida dove avevamo detto che l’Active Recall è una tecnica di apprendimento molto attiva che è come la Kryptonite per l’abitudine di ripetere a voce alta alla nausea quello che studiamo.

Perché ripetiamo alla nausea? Perché siamo stanchi, non abbiamo voglia di studiare e sappiamo bene che uno studio attivo sarebbe più faticoso, più dispendioso dal punto di vista energetico. Ci succhia via un sacco di energie!

Allora preferiamo fare procedimenti come sottolineare, leggere e rileggere che sono meno faticosi, richiedono meno energia per essere fatti… però ovviamente lasciano meno ricordo perché creano meno connessioni neurali (che sono quelle necessarie per ricordare quello che studiamo).

Se usi procedimenti passivi, come forse facevi a scuola, arrivi all’esame che non ricordi le cose.

Quindi facciamo Active Recall, una cosa che a me ha salvato durante la prima Laurea. proprio perché l’Active Recall è stata una delle prime tecniche di studio che ho imparato a usare: va dritta al punto, è semplice non puoi fare grossi errori e hai la certezza di ricordare di più.

Se leggi fino alla fine saprai esattamente come usarla e come non usarla, quindi che facciamo? Continuiamo!

Studiare senza ripetere e senza altri 10 errori che si fanno di solito nella active recall

Sì ti ho detto anche come non usarla, perché ci sono degli errori piuttosto gravi che si possono fare quando impari a usare l’Active Recall, che ti potrebbero portare ad abbandonare questa tecnica in realtà è molto utile!

Adesso io ti presento 10 possibili errori che potresti fare nell’usare l’Active Recall, così tu puoi andare a depennare quelli che fai e quelli che non fai e correggere un po’ il tiro

1. Guardare il libro mentre parli

L’Active Recall si fa senza guardare il libro, altrimenti non si forza il cervello a creare le connessioni neurali necessarie per ricordare.

In pratica dopo che hai guardato il libro per leggere non lo devi più guardare, e devi sforzarti di ricordare quello che hai letto.

E’ frustrante? Non ricordi le cose? E’ faticoso? Certo, perché ti devi sforzare, cioè il cervello deve fare fatica! E’ uno dei principi di qualunque metodo universitario efficace.

L’indicatore che ti dice se stai studiando e se ricorderai le cose nel futuro è la quantità di fatica che fai mentre studi. Quando fai tanta fatica nel fare Active Recall ricorderai, altrimenti molto meno.

2. Leggere e ripetere a voce alta

Tappati la bocca!

Già è una fatica fare Active Recall, il cervello è molto sotto sforzo. Se ti metti anche a parlare consumi altre energie!

Non è solo questo il problema. Se leggi a voce alta, senza che tu te ne accorga il tuo cervello o parti di esso rimarranno ancorate a quello che hai letto nel libro per come lo hai letto, cioè per come era scritto. Di conseguenza, senza che te ne accorga, tenderai a ripeterlo in maniera molto simile a come scritto nel libro.

Evitiamo di leggere a voce alta, sempre a voce bassa.

3 e 4. Leggere velocemente e avere fretta di rispondere

La fretta non dà al tuo cervello la necessaria attenzione per capire i concetti e per ricordare i dettagli e per portarli con sé quando non guarderai un libro. Devi leggere lentamente, a bassa voce, il contrario di quello che insegnano nei corsi di apprendimento veloce.

Un altro errore sempre legato alla velocità è quello di cercare di dare risposte veloci. Devi parlare lentamente.

Esercitarti a dare le risposte veloci è un’altra di quelle cose noi siamo abituati a fare perché pensiamo che quando il professore ci chiede una cosa dobbiamo rispondere immediatamente, altrimenti si spazientirà o ci sbatterà fuori.

Ricorda che i tempi mentali, in situazioni di stress (soprattutto all’esame) sono dilatati, quindi a noi sembra di aver aspettato quindici minuti per dare una risposta, invece è passato solo qualche secondo e il professore nemmeno se n’è accorto!

Non è importante la velocità con cui rispondi e la velocità con cui parli a macchinetta, è importante come rispondi. L’esercizio di parlare velocemente, dare risposte quasi istantanee quando ti chiedono qualcosa e durante l’Active Recall, è solo dannoso perché riduce l’attenzione e aumenta la fatica.

Inoltre ti stressa e lo stress è nemico dello studio.

5. Fare autovalutazione durante la active recall

Non usare la tecnica delle flashcards, la tecnica di Leitner e l’effetto testing. Cioè non metterti alla prova mentre studi o meglio non farlo nella maniera sbagliata.

L’effetto testing, ovvero farsi le domande e darsi le risposte valutandone la correttezza, porta una forte attivazione di alcune aree del cervello, soprattutto nella corteccia cerebrale. Queste aree hanno due caratteristiche:

  • sono quelle più lente
  • ti fanno ansiare di più

L’ansia deriva sia dal fatto di essere lenti, sia di valutarsi e non ritenersi all’altezza. Smetti di valutarti, studia e basta mentre usi l’Active Recall, perché la tecnica delle flashcards e l’effetto testing del sistema Leitner vanno bene per l’apprendimento dei vocaboli in lingua straniera (che è quello per cui sono nate).

Per il resto, in particolare per lo studio sui libri universitari, come avrai già provato, non hanno alcun beneficio.

6. Ripetere a voce alta, frequentemente, anche a intervalli

Ripetere fino a quando ti ritieni pronta o pronto per l’esame, o meglio fino a quando senti di essere in grado di sostenere l’esame, ti porta ad allungare tantissimo i tempi.

Cosa ti è successo in passato? Scommetto che hai rimandato l’esame perché avevi ripetuto troppo delle cose che magari erano anche di minore importanza e ripetuto molto meno delle altre su cui ti sentivi insicura o insicuro.

L’esito in questi casi è la mitica frase:

“Per questa volta l’esame non ce l’ho fatta a prepararlo, lo preparo meglio per la prossima sessione”

Ogni esame che rimandi oggi è un esame che dovrai fare domani, insieme ad altri esami in un cumulo infinito di esami che si accavallano gli uni sugli altri

7. Credere che si possa utilizzare ‘sto cavolo di principio di Pareto 80/20

Il Principio di Pareto è nato per l’Economia e allo studio non si applica! Lascia perdere il povero Pareto!

Il 20% di domande che dovranno determinare l’80% del voto dell’esame è molto difficile da trovare, e soprattutto non lo decidi tu! Lo decide il professore!

Per usare il principio di Pareto sui tuoi esami, mentre fai l’Active Recall, dovresti leggere il pensiero del professore… mi pare che non sia il caso.

8 e 9. Usare impropriamente la scrittura nella active recall

L’errore numero 8 consiste nel sottolineare intere righe o evidenziare o anche sottolineare delle parole singole, che dovrebbero secondo te serviti da ancoraggio per ricordare un concetto.

Quando stai imparando a usare l’Active Recall, la sottolineatura può essere molto dannosa perché come dicevamo prima rimani attaccata o attaccato al libro e aspetti quella parola o quella frase per ricordare la parte di testo che ti interessa.

In sostanza, hai sottolineato una parola e all’esame ti aspetti che nella domanda del professore ci sia quella parola, che riattiverà il ricordo di ciò che devi dire.

Ma le domande del professore sono varie e libere, come gli verranno in testa in quel momento. Non è detto che il Professore userà quella parola specifica!

Come ti sarà già successo, il professore durante l’esame non ha detto la parola magica a cui avevi ancorato il ricordo di un concetto. Di conseguenza, purtroppo, non hai ritrovato dentro la testa il concetto che dovevi dire.

L’Active Recalll si usa proprio per imparare a ricordare in maniera libera e indipendentemente da come il professore ti interroga. Sfruttiamolo nel modo giusto

L’errore numero 9 infatti parla di schematizzazione: fare Active Recall insieme agli schemi a

Gli schemi non sono particolarmente dannosi secondo me, se non per il fatto che ci vuole un sacco di tempo per farli.

Quelli che secondo me sono meno adatti sono quelli che partono dall’inizio della pagina e scrivono una specie di indice del libro con tutte le domande e le risposte dell’Active Recall.

La schematizzazione, se decidi di farla, deve essere successiva a quando hai fatto l’Active Recall e deve essere iper-sintetica.

“Successiva” significa che studi un capitolo e poi fai lo schema, e lo fai veramente in modo molto molto conciso, molto ristretto. Meno scrivi meglio è! Invece l’errore è quello di:

  • guardare il libro
  • rielaborare
  • scrivere quello che hai rielaborato
  • guardare un altro concetto del libro
  • rielaborare di nuovo
  • scrivere quello che hai rielaborato

Immagina solo quanto tempo ci può volere a creare uno schema così, e quanto può essere gigantesco questo schema!

10. Non fare un controllo quando arrivi a fine pagina, a fine capitolo o a fine paragrafo

Con l’Active Recall studiamo un sacco di roba. Se non controlli se stai studiando bene, a fine paragrafo per esempio, potresti perderti dei pezzi.

Vai avanti, studi la parte successiva e… ti dimentichi la precedente!

In questo caso, quando finisci il capitolo per esempio, ti fermi e fai un Active Recall generale di tutto quello che hai studiato nelle ultime per esempio 5-6 pagine.

10+1. Stare seduti mentre provi a studiare senza ripetere a voce alta

Un ultimo piccolo consiglio: delle ricerche hanno visto che quando si fa Active Recall è meglio farlo in piedi anzi camminando.

Se il libro non è troppo pesante prendilo in braccio come un bambino e fai Active Recall mentre giri per la stanza.

Non ci credi? Fai un piccolo test: mezz’ora di Active Recall seduto alla scrivania e mezz’ora in piedi mentre cammini.

Alla fine del test controlla quanto hai studiato e quanto ricordi. Ripenserai a me perché noterai la differenza!

Quali sono i tuoi errori?

Quanti di questi errori facevi nell’utilizzare l’Active Recall?

Be’ adesso non li farai più, e potrai utilizzare questa tecnica obiettivamente fenomenale, molto utile se vuoi imparare a staccarti dal libro a fare tue le cose senza rimanere ancorati a quello che c’è scritto nel libro e a come è scritto.

L’Active recall ti insegna il ragionamento, la fatica nello studio e ti abitua a creare connessioni neurali che aiuteranno il ricordo nel futuro.

Effettivamente, come abbiamo detto all’inizio, l’Active Recall è:

  1. più faticoso delle classiche tecniche di studio che utilizziamo: la fatica può andar bene perché abbiamo detto che ci è utile in quanto più fatichiamo più ricorderemo in futuro
  2. più lento: ne siamo consapevoli, è una tecnica lenta, richiede un sacco di tempo. Certo, risulta essere tempo usato bene, ma è pur sempre un sacco di tempo, quindi dovrai ricalibrare i tempi che pensi siano necessari per preparare l’esame.

Noi all’interno del corso MemoVia spingiamo molto sulla velocità e tendiamo a raddoppiare la velocità di studio, qualunque tecnica tu stia usando in questo momento.

Grazie alle nostre Guide stiamo rendendo indelebili nel tempo le cose che studiamo. Siamo diventati dei veri e propri scultori dello studio!

Spero che questa in particolare ti sia piaciuta è vitale per me che siano utili!

Scrivi nei commenti se usi qualche tecnica di Active Recall, quanti errori hai fatto di quelli che abbiamo raccontato oggi e quanti non ne farai più: ti rispondo sempre!

Fammi una cortesia: se vuoi darmi un piccolo riconoscimento per tutto il lavoro che faccio in queste Guide condividila con chi ci mette una vita a studiare o chi studia a memoria e vorrebbe imparare finalmente a studiare senza ripetere. Così impara l’Active Recall.

Iscriviti al Canale Youtube così arriviamo a 100.000 iscritti! Mentre ti iscrivi al canale e mi scrivi io continuo a studiare, ricercare e velocizzare lo studio.

Ci vediamo qui molto presto!

Fai vedere che ci tieni:

Scrivi cosa ne pensi

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Altre Guide che devi assolutamente leggere

Registrati alla Newsletter e Leggi Gratis il nuovo Ebook per dare la Svolta ai tuoi Studi

memovia balance
Corso Online Balance

La tua Trasformazione inizia da qui:
sbloccati nello studio e mantieni sempre equilibrio, costanza e motivazione

memovia velocity
Corso Online Velocity

Per avere risultati più in fretta di tutti: raddoppia la tua velocità di studio, qualunque metodo tu voglia usare

memovia origin
Corso Avanzato Origin

Studia in modo efficiente e prendi voti alti: ricorda tutto a perfezione, per sempre, velocemente e senza ansia