7 regole che hanno in comune tutti i migliori metodi di apprendimento rapido

metodi di apprendimento rapido

Le caratteristiche comuni a tutti i metodi e le tecniche di apprendimento rapido (e come usarle a proprio vantaggio)

Prima o poi le tue giornate di studio ti costringono a una domanda fondamentale sulle tecniche e i metodi di apprendimento rapido.

“Perché faccio tanta fatica? Sono in grado di scoprire come si studia più in fretta? Il problema è che non ho un metodo di apprendimento efficace, perché a scuola non me l’hanno insegnato? Oppure ho sbagliato percorso di studi? Forse lo studio non fa per me?”.

Guarda quanti dubbi confusi. Alcuni studenti si rispondono in modo positivo, semplicemente stringono i denti e vanno avanti.

Altri invece possono anche entrare in un circolo vizioso di pensieri disfunzionali che come esito hanno, nel migliore dei casi, il fallimento e nel peggiore l’abbandono.

Per sapere se sei una persona che può farcela nello studio, ci sono 7 indizi che ricerco in tutti gli allievi del Corso Base Gratuito MemoVia.

Basta un pizzico di coraggio per leggerli e imparare davvero un metodo di apprendimento veloce.

Nota: se stai cercando roba tipo:

  • memorizzare le carte da gioco del mazzo per poi saperle dire in ordine
  • memorizzare i numeri del pi greco, oppure memorizzare numeri di telefono e roba simile
  • fotografia mentale e photoreading

Decisamente NON sei sulla pagina giusta. Qui parleremo di come studiare con metodi di apprendimento rapido che hanno delle caratteristiche precise: devono essere seri, scientifici e soprattutto utili sui libri.

Esistono delle tecniche di apprendimento rapido per migliorare apprendimento e memoria?

Oggi ti dirò come costruire un metodo per studiare velocemente prendendo le migliori tecniche dai metodi tradizionali e innovativi.

Impariamo in poco tempo a scegliere cosa funziona, migliorare apprendimento e memoria e crearti un metodo di studio efficace e veloce.

giovanni fenu

Università da incubo Il tuo metodo di studio è frustrante, lento e NON ti dà sicurezza? Non mollare...

Abbiamo 1000 giorni di lezioni gratuite: PDF Premium, test, Infografiche, Mega-guide  e video formativi.

Prima di continuare, voglio dirti due parole veloci su una cosa di importanza fondamentale, che devi metterti in testa prima di continuare nella tua ricerca di un metodo veloce per studiare. Perciò leggila adesso e non ne parliamo più.

Se vuoi studiare bene, in poco tempo, liberandoti per sempre dall’ansia e avendo la certezza del risultato, ti devi ricordare sempre che lo studio uccide.

Se è fatto male uccide il tuo tempo, le tue energie.  Distrugge le carriere scolastiche, universitarie e professionali di migliaia di persone. Ammazza brutalmente soprattutto la tua voglia di imparare le cose, il gusto di farlo per tutta la vita.

Per spiegarmi bene… sai quelle persone che a scuola passavano ore sui libri e prendevano sempre voti alti?
E sai quelli che invece i libri non li aprivano nemmeno… e prendevano sempre due?

Bene, non è detto che i primi ora siano laureati e i secondi a friggere patatine. Anzi, potrebbe essere esattamente il contrario.

I risultati dipendono sia da con che metodo studio, sia dalla psicologia che ho e che mi spinge ad andare avanti. Metodo e tecnica sono solo una parte del tuo successo di studente.

Metodi di apprendimento rapido: le solite promesse miracolose

Trovi dentro a ogni corso di apprendimento rapido tecniche miracolose che promettono di farti preparare un esame in pochi giorni. Se ci pensi la cosa ti fa gola, chi non lo vorrebbe?

Immaginare di sostenere un esame a settimana, passare il resto del tempo a godersi la vita e laurearsi in corso è in effetti un bel pensiero.

Purtroppo le tecniche e metodi veloci per studiare e prendere 30 e lode senza impegnarti davvero non esistono.

Inutile pensare che darsi una bella sistemata per presentarsi puliti e profumati farà alzare il voto.

Anzi, nella mia esperienza i professori ormai non sono più le cariatidi di un tempo, e apprezzano l’abbigliamento non formale.

L’unica cosa a cui il docente intelligente tiene è la preparazione.

A lezione e all’esame imparerà a conoscervi per come siete preparati, e potrete mantenere il vostro modo di essere senza dover seguire consigli da venditori di aspirapolvere (con tutto il rispetto per i venditori).

Ma ci sono modi per non fare errori grossi prima e durante l’esame, e devo dire che con una certa fatica mi sono fatto una cultura in merito.

Perchè fatica?

Devi sapere che in Italia sono stato il primo a parlare di metodi, senza fronzoli.

4-5 anni fa bastava aprire Google per trovare le pubblicità sui corsi, tenuti in genere da formatori “tuttofare”, completamente dedicati a tecniche di memoria e mappe mentali.

Le promesse erano miracolose e metà delle ore di corso venivano dedicate ad “altro” (tipo motivazione, concentrazione, obiettivi, PNL, public speaking, ecc.).

Mi sono rivolto a formatori specializzati in tutto, che facevano corsi di tutto e che quindi non erano di certo specializzati nei metodi per studiare.

La maggior parte non hanno neanche una laurea, figurati quanto possono dirti come trovare un metodo di studio.

Oggi posso dirti: se vuoi capire come studiare meglio non ti rivolgere ai guru. Loro sono bravissimi a motivare, dare tecniche e strategie di emergenza… ma su come memorizzare un libro non sono affatto preparati.

Le tecniche apprendimento rapido per laurearsi velocemente

Dopo la seconda laurea, in un mercato così difficile e affollato di tecniche per apprendere velocemente e laureasi in corso, io ho iniziato a dire esattamente l’opposto, un messaggio in controtendenza che suonava pressappoco così:

“Lascia stare le frasi motivazionali, la PNL, la concentrazione e simili. Sono solo contorno: se sei una persona che è GIA’ MOTIVATA a studiare, ho una cosa per te. Voglio mostrarti con quali metodi studio, che mi permettono di studiare bene, in meno tempo, nel modo più facile possibile e senza usare alcun tipo di scrittura, tecnica complicata di memoria o disegno.”

E’ veramente raro che uno studente, soprattutto se lavora, si dedichi ad avere il modo giusto di studiare. La maggior parte di noi usa i metodi che ci hanno obbligato ad adottare le nostre insegnanti delle elementari e medie, o i nostri genitori.

Io stesso non lo avevo, come sai l’ho dovuto creare da me perché ero una frana.

Ho lasciato perdere i metodi di apprendimento rapido e ho creato il mio metodo

Non ho la presunzione di dire che il metodo di studio che stai per leggere sia il miglior metodo di studio del pianeta.

Posso però dirti che è quello che mi ha portato alla prima laurea e mi ha dato le fondamenta per creare il Sistema MemoVia.

La base quale è? Abituarti a studiare velocemente.

Devi comportarti come se fossi sempre in emergenza, proprio come recuperare esami universitari che sono andati male. Immagina che se non lo fai perdi la borsa di studio e quindi dovrai mollare tutto. Cosa faresti?

Una cosa si nota subito, in questa infografica.

Uno studente che è nato per farcela, per diventare una persona che vive bene grazie a quello che ha studiato… non si riconosce dagli occhiali, l’acne giovanile, i vestiti da sfigato e i libri enormi nello zaino.

Né è possibile identificare facilmente uno studente destinato a eccellere o fallire, come vorrebbero farci credere nei corsi di apprendimento veloce. Questi sono stereotipi da film che non servono a nessuno.

Piuttosto le caratteristiche importanti sono altre. Vediamole insieme.

Le 7 caratteristiche che trovi in tutti i metodi di apprendimento rapido e in ogni studente perfetto

Sei uno studente destinato a farcela se hai una consapevolezza.

Al di là di aver frequentato o no un corso di apprendimento rapido e al di là persino di aver letto da cima a fondo questo splendido blog (e dai, lasciamelo dire, hai mai visto articoli più completi?)

Se senti che hai qualcosa che ti spinge a studiare non per i docenti o per passare la prova che ti si para di fronte… bensì per te, perché hai un modo di essere che nello studio “funziona”.

Te ne accorgi subito, basta farti una semplice domanda: Di cosa hai bisogno quando studi? A seconda della risposta le cose si mettono decisamente bene.

I metodi di studio che funzionano davvero, i corsi di apprendimento rapido che raccontano la verità e gli studenti “modello” hanno 7 caratteristiche in comune.

1. Studiare a perfezione e desiderare di essere il migliore

Se sei in questa categoria, probabilmente non ti interessano le vacanze di Natale o le ferie estive. A te interessa il tuo obiettivo e sai che studiando col giusto Sistema, se lavori di più ottieni di più. Punto.

Perciò bisogna crearsi un programma, mettersi dei piccoli obiettivi giornalieri e soprattutto imparare a motivarsi ogni giorno.

2. Essere diversi (per farlo non basta un corso per la memoria)

Fare qualcosa di diverso da ciò che fanno tutti e che “si è sempre fatto” (anche se funziona a metà) o ti è stato insegnato a scuola. Questa è una delle cose che dovrai desiderare e imparare a fare.

Che siano tecniche di memoria, mappe mentali, schemi, disegni o il Sistema MemoVia, l’importante è fare e cose in modo differente dal passato. Se fai cose diverse, ottieni risultati diversi.

3. Capire tutto a fondo per rendere lo studio facile (per quanto possibile)

Ottenere risultati brillanti presuppone capire le cose meglio e più in fretta della media, usando strategie davvero intelligenti.

La comprensione infatti rende facilissimo ricordare quello che studi e soprattutto riduce la necessità di memorizzare fino quasi allo 0.

Più capisci, meno devi scrivere, ripetere e memorizzare.

4. Organizzare lo studio e risparmiare tempo

I metodi di apprendimento rapido in generale ti insegnano (o dovrebbero almeno provarci) a fare le cose con meno sforzo, risparmiare tempo ed energie.

Ti vengono insegnati modi di studiare che durano e ti accompagneranno per tutta la vita.

Tutti gli studenti migliori che ho conosciuto erano super organizzati in termini di tempo. Sapevano quando iniziare a studiare e quando smettere, e conoscevano a menadito le proprie finestre di apprendimento, ovvero i momenti della giornata in cui in genere si è più concentrati e recettivi.

5. Diventare più sicuri (le tecniche di apprendimento rapido non bastano)

Liberarti dalle ansie e dalle paure, avere la sicurezza di superare qualunque prova e che quello che studi ti rimarrà sempre in testa e uscirà fuori quando serve. Questo sì che è importante.

Per farlo studiare non basta, dovresti anche esercitati a parlare davanti ai tuoi amici e con i professori, superare la timidezza e quei momenti in cui ti blocchi perché hai paura di non ricordare più un tubo.

Sul questo sito trovi un sacco di guide anti ansia, e mi scrivono in molti dicendo che i risultati sono ottimi non appena iniziano a usare i metodi descritti.

6. Coltivare una vita sociale

Non puoi studiare solo per te. Devi pensare di fare felici le persone che ti vogliono bene, i tuoi amici e la tua famiglia grazie ai tuoi successi.

Gli amici in questo senso sono importanti: vai a lezione, stai con loro, studiate insieme, discutete dei prof, degli appunti presi e degli esami. Confrontatevi spesso.

Per quanto alcune di queste affermazioni possano essere poco condivisibili per alcune persone e più adatte per altri, resta il fatto che in questi primi 6 motivi si racchiude tutto il ventaglio di possibili spinte motivazionali degli studenti di ogni età.

In pratica, se non ti ritrovi in almeno una di queste affermazioni, non hai ancora uno scopo chiaro nella vita di studente, né la benzina che ti serve per andare avanti.

Inoltre puoi scegliere il percorso di studi che preferisci, sognare un futuro pieno di vittorie facendo il lavoro che ami o che ti garantisce la migliore posizione possibile… ma se non studi nel modo giusto è la fine.

La settima caratteristica è la più importante per uno studio efficace davvero: evita le tecniche di apprendimento rapido che ti fanno studiare a memoria!

Come in tutte le cose, in realtà c’è una caratteristica principale che hanno le persone di successo, ovvero quelle che riescono a fare qualcosa nella vita, qualunque cosa.

Sono persone che si liberano da qualunque vincolo (le abitudini, gli obblighi, le preoccupazioni su ciò che pensano gli altri, i pensieri negativi, le cose che si sono sempre detti da soli) e si mettono a LAVORARE SODO.

Hanno un modo di pensare indipendente e autonomo, semplicemente pensano giusto e fanno ciò che sentono giusto, senza stare troppo a sentire agli altri. Non è solo questione di studio rapido, c’è altro. E’ il modo in cui quello studio viene fatto.

Che significa “il modo”?

Un metodo di apprendimento rapido che garantisce di andare bene all’università non può basarsi su due cose:

1. su procedimenti classici fatti in maniera sbagliata

Per intenderci, se ti ostini a leggere e rileggere, sottolineare con gli evidenziatori, riassumere alla lettera, fare schemi troppo dettagliati, ripetere alla nausea…

Il risultato sarà quello a cui hai fatto l’abitudine, con le fatiche, i tempi lunghissimi e frustrazioni che ne derivano.

2. sulle tecniche di apprendimento rapido vendute come nuove e miracolose (ma che in realtà sono sempre le stesse, con nomi diversi)

Mettiamo caso che ti imbatti in un sito che prende le tecniche di memoria e le chiama che ne so “Tecniche di Fissazione”, elabora il Memory Palace e lo chiama “Castello della Conoscenza”, riesuma le Mappe Mentali e le chiama “Carte Mnestiche”.

Compri un corso, provi ad applicare questi metodi che non conoscevi (ma hanno 2000 anni di storia alle spalle). Hai i primi risultati, ricordi le cose, hai imparato a studiare a memoria i dati tecnici e le informazioni di dettaglio.

Poi però ti accorgi che:

  • ok conosci le informazioni di dettaglio ma ti manca troppo spesso la visione d’insieme dell’esame studiato
  • impieghi una vita a fare le mappe e dopo un paio di tentativi ti scocci e le abbandoni
  • fare le associazioni di immagini dopo un po’ è faticoso, e comunque su un esame da 2000 pagine è un’impresa. Così dopo il primo esame abbandoni anche quelle

Capisci che voglio dire? Gli studenti di successo quando agiscono lo fanno in modo intelligente e funzionale.

Inoltre, hanno un modo di studiare iper-concentrato sul momento presente: non esiste altro se non lavorare sodo verso l’obiettivo che si sono messi o, semplicemente, per fare ciò che devono.

In pratica quando si mettono in testa una cosa, come per esempio studiare per passare un esame difficile, il test di medicina, un concorso… lasciano perdere tutte le menate, i pregiudizi e le voci di corridoio tipo “E’ troppo difficile”, “Non passa nessuno”, “Riescono solo gli incozzati”, eccetera.

STUDIANO e basta. Il loro diventa automaticamente uno studio veloce e accurato. E passano la prova.

Tutto ciò che ci serve per diventare dei maestri nei metodi di apprendimento rapido

Spero di essere stato chiaro e anche che la mia sincerità non ti offenda.

Sono qui per condividere con te ciò che serve sul serio nello studio, perciò ti suggerisco di iscriverti alla newsletter e leggere con attenzione tutte le mail che ti manderò, soprattutto se senti di avere le necessità che ho elencato poco fa.

A proposito, la guida che probabilmente hai letto finora è parte di ciò che insegno nelle due ore introduttive del mio corso.

Se non lo hai ancora fatto, iscriviti al Corso Base Gratuito MemoVia per seguire l’intero corso gratuito e ricevere ogni settimana le risorse riservate agli iscritti.

E lo facciamo gratuitamente e senza bombardarti di email promozionali. Provare per credere.

(2) comments

Add Your Reply

Pin It on Pinterest