Come superare al primo tentativo il Test d’ammissione a Medicina

test ammissione medicina

Test ammissione medicina e chirurgia: cosa devi sapere se vuoi davvero superarlo

Test ammissione medicina e chirurgia: da anni gli studenti si chiedono se è davvero possibile aumentare le proprie chance di superarlo al primo tentativo.

Alcuni dicono che in fondo è “solo una prova come le altre”. Invece sappiamo bene che per molti l’impresa è davvero difficile e lo diventa di più ogni anno che passa.

Talvolta è sufficiente centrare due o tre risposte corrette in più, così da ottenere il punteggio necessario per entrare nella parte giusta della graduatoria… altre volte basta qualche punto in meno, poche risposte sbagliate per restarne fuori.

Nella maggior parte dei casi, se non hai un un buon metodo come quello del Corso Base Gratuito MemoVia, al primo tentativo è difficile!

In aggiunta, negli anni troviamo soprattutto a Medicina test sempre più difficili.

Oggi vediamo quali sono i veri segreti per superare il test di medicina.

Bando medicina: ecco cosa studiare per il test di medicina

Abbiamo fatto un’attenta analisi dei programmi ministeriali. E’ risultato che, a prescindere dalle abilità logiche e di calcolo, ci sono delle cose da studiare a perfezione

In pratica test ammissione medicina e chirurgia = sapere tutto di ciò che segue:

1. Termini italiani con relativi sinonimi

Per questo, cerca sul dizionario ogni termine nuovo che incontri, il che ti sarà utile soprattutto per i quesiti di logica.

giovanni fenu

Università da incubo Il tuo metodo di studio è frustrante, lento e NON ti dà sicurezza? Non mollare...

Abbiamo 1000 giorni di lezioni gratuite: PDF Premium, test, Infografiche, Mega-guide  e video formativi.

2. Termini tecnico-scientifici.

Anche in questo caso, ricercare delle spiegazioni chiare, ad esempio su Wikipedia, è fondamentale. Hai idea di quanto tempo puoi perdere cercando nella tua memoria un termine tecnico di cui non ricordi il significato? Spesso il ricordo di queste parole difficili ti permette di rispondere a una domanda molto velocemente e in modo corretto, determinando il successo o meno nel test.

3. Numeri, lettere, simboli, combinati all’interno di formule matematiche e chimiche.

Ricorda che le formule, studiate a memoria, non servono a nulla. Capisci sempre tutto, ogni singolo passaggio e ti assicuro che la memorizzazione verrà dopo questo passaggio imprescindibile.

4. Definizioni, brevi concetti e interi argomenti.

Al test dovrai rispondere in modo automatico, preciso e sicuro a decine di domande.

Ho dovuto studiare biologia, chimica e matematica per aiutare gli allievi dei miei corsi a passare il test. Perciò sono in grado di aiutarti a raggiungere il risultato perché l’ho già fatto con migliaia di studenti prima di te.

Molto (ma non tutto) dipende se il tuo metodo è adatto a superare il test di ammissione a medicina

Non ti racconto favole: per passare questo esame d’ammissione bisogna capire ciò che leggi e studiare nel miglior modo possibile. Non mi sognerei mai di promettere che leggendo le mie parole studierai mezz’ora al giorno e passerai il test.

Posso però dirti che usando un buon sistema di studio e le giuste strategie e regole, i risultati saranno impressionanti già da subito, e che nel giro di poco tempo diverrai anche molto più veloce a studiare, riducendo progressivamente e in modo consistente le ore di studio e facendo sempre meno errori nelle simulazioni.

Qui dovrai agire in modo sicuramente diverso da come hai imparato a fare a scuola, perché il ricordo non può essere né lento né insicuro.

A ciò dobbiamo aggiungere dei bisogni che ne conseguono:

  • Memorizzare tutto ciò che serve in fretta e con certezza assoluta nei pochi mesi a disposizione prima della prova.
  • Far passare il prima possibile questa impressionante mole di informazioni nella memoria a lungo termine, il “magazzino” della nostra mente dove ciò che studiamo può restare a tempo virtualmente indeterminato
  • Esercitarti a leggere velocemente tutte le domande al test, poiché i tempi durante la prova sono davvero ridotti.
  • In generale, ridurre in maniera drastica i tempi di studio e aumentare la percentuale di ricordo.

Il superamento del test di ammissione a medicina dipende molto dalle priorità che ti dai

Di sicuro ciascuno di noi ha delle priorità: alcuni ad esempio non hanno problemi con le date, altri con le formule chimiche, altri sono dotati di un vocabolario molto ricco e non perderebbero mai del tempo prezioso per memorizzare dei termini nuovi.

Usa li miei consigli per quel che preferisci, evitando ovviamente di sforzarti di memorizzare di nuovo argomenti che già conosci nel dettaglio.

Test ammissione medicina e chirurgia: Crea un programma dettagliato

Quanti giorni mancano al test? Quanti sono gli argomenti da studiare? In quali ti senti meno forte?

Ebbene, è meglio che tu inizi a fare i calcoli, per avere chiaro il tuo punto di partenza e il punto di arrivo e, soprattutto, il tempo di cui hai bisogno per prepararti adeguatamente, tra studio sui libri e simulazioni.

In genere l’ideale è avere anche dei punti intermedi, perciò segna quando e come hai intenzione di studiare ciascun argomento, ponendoti degli obiettivi giorno per giorno.

Ricorda di non strafare, il che potrebbe portarti alla demotivazione; ma nemmeno di adagiarti, perché il cervello ha bisogno di restare in allenamento e mantenere un ritmo costante è importante proprio come lo è fare attività fisica regolare per mantenere una buona forma fisica.

Attieniti al programma, studia quando devi, fai le simulazioni quando devi, e riposa quando puoi. Non vogliamo né perdere tempo, né che ti stressi più del necessario.

I corsi di preparazione ai test universitari servono a qualcosa?

Sono tentato dal dirti di no.

La verità è che il test è sempre più selettivo e i corsi di preparazione ai test universitari fanno un errore madornale per preparare i ragazzi.

Li spingono a studiare tutto allo stesso modo, un quantitativo industriale di nozioni di chimica e biologia, tantissimi esercizi di matematica e fisica, simulazioni di logica a non finire.

In realtà non si può sapere tutto, alcune materie andrebbero quasi tralasciate o comunque ne dovresti studiare solo un’impalcatura. La logica invece è fondamentale. Consiglio di esercitarsi e rispondere al test alle domande di matematica solo se si è veramente portati, perché il rischio di sbagliare è alto.

Studiare tutto a perfezione NON è sufficiente a superare il test di ammissione a medicina

Insomma, studiare come matti non è sufficiente. La preparazione non può essere frettolosa o ansiosa, non può presentare delle “aree scoperte” soprattutto su argomenti importanti di logica, né eccessivi approfondimenti in chimica e biologia.

Deve inoltre consentirti di rimanere al massimo della concentrazione per tutto il tempo disponibile.

Conta quanti argomenti occorre fare al giorno: questo ti guiderà durante lunghe giornate di studio e ti motiverà, perché potrai misurare in ogni momento i tuoi progressi e regolarti di conseguenza, scegliendo di cambiare qualche strategia che fino a quel momento non ha dato i risultati sperati.

Nel caso dei quiz, se possibile memorizza quelli più ricorrenti, visto che da un anno all’altro alcuni di essi si ripetono. Quando ti si presenteranno davanti, saprai subito cosa rispondere.

Abbiamo anche parlato di cercare le parole che non conosci sul dizionario o su internet. Ricorda però la regola fondamentale: nulla deve restare non-elaborato, non puoi permetterti di non capire ciò che stai studiando, quindi spiega sempre in modo semplice ogni concetto.

Test ingresso medicina: come affrontare le simulazioni

Già mentre studi e, in generale, quando hai un’oretta a disposizione, fai esercitazioni tutti i giorni, abituati ai tempi e alle difficoltà di ciascuna domanda possibile, e ogni volta che sbagli qualcosa ricontrolla i dettagli dell’argomento sui libri, finché avrai una padronanza completa.

Ricorda, il principio è di “non lasciare nulla irrisolto” prima di andare avanti con nuovi argomenti.

Quindi, se ti accorgi di non ricordare qualcosa, o sbagli una domanda nelle simulazioni, non andare avanti senza aver chiarito quel punto. Rileggilo con attenzione, capiscilo a fondo, fissa bene in mente le informazioni corrette.

Ricorda sempre di procedere a piccoli passi: ogni domanda corretta ti garantisce 1,5 punti, dunque ti bastano uno o due argomenti studiati a perfezione (e di conseguenza una o due domande giuste in più) ogni settimana per guadagnare 10-12 punti ogni mese di studio.

Scegli rigorosamente esercitazioni simili al test che dovrai affrontare e domande realmente difficili. Ti consiglio di cercare SOLO piattaforme che presentano simulazioni molto simili a quelle della prova e con difficoltà crescente.

Esame di ammissione Medicina: alcune cose da fare

Durante le esercitazioni e poi al test di consiglio di procedere così:

1. non perdere tempo a leggere tutto il test

La tua memoria a breve termine trattiene solo quanto hai elaborato negli ultimi 20 secondi, perciò sarebbe completamente inutile, in quanto alla fine della prima lettura ricorderesti solo qualche domanda qua e là.

2. È molto meglio procedere per gradi

Leggi le domande una a una e rispondi inizialmente solo a quelle di cui hai la certezza, lasciando per dopo quelle che richiedono più tempo per riflettere, calcolare o per le quali hai molta indecisione.

3. Subito dopo rispondi alle domande difficili

Questa fase richiederà tantissima concentrazione, dopo di che la tua testa sarà praticamente in fumo. In più, l’ansia e la confusione potrebbero giocarti brutti scherzi.

4. Alla fine, NON correggere mai una risposta già data, a meno che non individui un errore davvero evidente

Questo perché, come è ben risaputo e scientificamente provato, chi corregge una risposta data d’impulso ha un’altissima probabilità di fare un errore, perché si fa assalire dai dubbi o viene confuso da altre domande cui ha risposto negli ultimi minuti.

Una domanda sbagliata ti toglie quasi mezzo punto, perciò rispondi sempre e solo in modo corretto, e lascia perdere ciò su cui hai incertezze e dubbi. Non devi rispondere a TUTTE le domande, ti basta fare abbastanza punti da entrare in graduatoria.

Cosa ti manca per superare il test di ammissione medicina e chirurgia

La cattiva notizia è che tutto il tuo percorso di studi, a scuola soprattutto, non ti ha aiutato IN ALCUN MODO a superare questa prova importante:

  • per prima cosa, non ti ha accompagnato nel decidere la strada della Medicina è quella giusta per te, se è ciò che veramente desideri fare e quindi se vale la pena che tu affronti il test. Quindi a volte non hai tanta voglia di sacrificarti a studiare
  • poi non ti ha dato il metodo per studiare nel modo corretto e non ti ha fatto concentrare sugli argomenti “giusti”
  • non ti ha preparato alle domande cui dovrai rispondere in modo preciso e veloce, né a scegliere di rispondere alle domande su cui hai più sicurezza, evitando di fare errori grossolani nelle materie in cui hai meno preparazione o, peggio ancora, di dare risposte a caso.
  • zero esercitazioni per rispondere a un test nel minor tempo possibile e mantenendo una concentrazione e attenzione altissime per tutto il tempo nonostante l’affollamento, la temperatura poco gradevole, il rumore dell’ambiente e l’ansia.
  • avevi un metro di giudizio diverso da quello con cui ti valuteranno. Qui non si parla di un’interrogazione o di un compito in classe, che se va male potrai recuperare tra una o due settimane. Qui parliamo di un test che si fa una volta l’anno, senza sconti né possibilità di appello.
  • Non ti ha insegnato a gestire il fallimento, quindi ora non sai come fare se dovesse capitare, e a motivarti e trovare strade alternative fino al prossimo test, cui arriverai con una maggiore preparazione e sicurezza di te.

Alcune cose da lasciarti dietro e altre da portare con te al test di ammissione a medicina e chirurgia

Per aiutarti a entrare a medicina avrei potuto scrivere diverse pagine a proposito di emozioni, pensieri, motivazione e obiettivi, rilassamento e concentrazione, addirittura le basi biologiche del funzionamento mentale.

Anche se trovo tali argomenti molto interessanti e talvolta persino utili, non ho voluto affrontarli per un semplice motivo: per superare il test d ingresso Medicina ti richiede davvero tanto tempo e impegno sulle cose giuste.

So che, se hai scelto di accedere a un corso di laurea a numero chiuso, hai tantissimo da studiare, poco tempo a disposizione e un obiettivo chiaro in mente.

In quanto a test d’ingresso Medicina vanta il più difficile di tutti.

Ora, prima ancora di iniziare a muoverti verso un obiettivo devi decidere cosa vuoi, proprio come è successo per ogni altro cambiamento importante nella tua vita.

Decidere viene dal latino, significa “tagliar via, mozzare”, ovvero escludere tutte le altre possibilità e puntare alla sola cosa che desideri… anche desiderare viene dal latino, significa “guardare intensamente le stelle”.

Devi eliminare ogni altra possibilità e puntare verso l’unico obiettivo: superare il test. Motivarsi sarà un lavoro da fare ogni giorno, con tenacia e disciplina, basandoti solo sugli strumenti che hai dentro te.

Per farlo usa l’emozione che preferisci, posso solo dirti che uno dei più grandi motivatori per l’essere umano è il timore di non farcela, la paura di provare le emozioni sgradevoli e di vivere le esperienze imbarazzanti che derivano da un fallimento.

Per esempio, se dico “test ammissione medicina” che emozione prevalente senti?

News test ammissione medicina: devi usare tutto in modo intelligente

Ora la cosa più importante. DEVI usare tutte queste indicazioni. Devi iniziare a studiare il prima possibile (se non l’hai già fatto), hai bisogno di organizzare lo studio e lavorare sodo, soprattutto sulle simulazioni.

La mia opinione è che ti conviene anche usare il Corso Base Gratuito MemoVia per prepararti, visti i risultati che ha soprattutto col Test di medicina (puoi trovarli nelle testimonianze).

Ma ovviamente io sono di parte! 😀

La cosa fondamentale è che non continui a usare i tuoi vecchi metodi e che non ti prepari come dico sempre “a sentimento”, cioè senza la giusta organizzazione.

Altrimenti il Test rimarrà un rimpianto per il prossimo anno. Io invece voglio che a breve tu mi scriva un messaggio simile a quello di stamattina da Francesca: “Ho seguito i tuoi consigli . Se ho fatto bene i calcoli, sono entrata a medicina

Pin It on Pinterest