fbpx

Come affrontare l’esame maturità 2022 – Parte I

Autore: Dott. Giovanni Fenu
Pubblicazione: Maggio 30, 2022

Tempo di lettura: 5 minuti

Come prepararsi all’esame di stato

 

Studia con metodo e supera ogni ansia

 

Le prove per l’esame di stato 2022 sono sempre più vicine e la paura di affrontare l’esame di maturità è in rapidissima crescita.

Occorre dunque mettere a frutto tutto il tempo a disposizione e studiare con un metodo efficace.

Una buona preparazione e la sensazione di avere fatto del tuo meglio sono buoni alleati. Ti permettono di affrontare l’esame di maturità con più tranquillità.

Se invece sei agitata/o, solo confusa/o o stanca/o – o la tua coscienza non è immacolata – puoi seguire i miei consigli per alleggerirti dall’ansia da esame.

I miei suggerimenti ti serviranno per ritrovare serenità e mente lucida.

Sono quei consigli che avrei tanto voluto avere anche io…
Quell’anima buona che mi preparasse ad affrontare l’esame di maturità, a me è invece mancata.

 

Succede a tutti, è successo anche a me!

Scommetto che la cosa che più ti interessa in questo momento è finire la scuola il prima possibile.
Vorresti che tutto fosse già finito.

“Con meno traumi possibili“, aggiungo io.

Io, il mio esame di maturità, lo ricordo ancora. Anzi, a volte addirittura mi capita di sognarlo.
Una mia amica, diplomata da anni, ha l’incubo di doverlo sempre ripetere, come non lo avesse mai sostenuto.

 

Può NON succedere anche a te.

Eppure se ti prepari tanto nello studio quanto nella mente, potrai essere tra coloro che conservano un bel ricordo della maturità.

La cosa più importante che devi considerare è piuttosto semplice.
Gli esami di maturità sono solo una normale tappa nel tuo percorso di studi.

Sono solo la ciliegina su una torta, che per metà hai già preparato.

Perciò se ti stai già facendo prendere dal panico, ti voglio offrire delle sane raccomandazioni per affrontare l’esame di maturità in maniera brillante e ragionata.

 

La verità che nessuno ti dice sull’esame di maturità

Anche se si chiama maturità non vuol dire che se lo superi diventi immediatamente più maturo.

Conseguirai il tuo diploma perché te lo sei meritato con il tuo studio di cinque anni.

L’esame di maturità non pregiudica o condiziona quello che vorrai fare dopo le scuole superiori, come iscriverti all’università o entrare nel mondo del lavoro.

La verità è che l’esame di stato non è un accadimento straordinario, che può segnare irrimediabilmente la nostra vita.

 Diventa un evento che lascia il segno solo in un caso: quando lo viviamo male!

In questo caso ce lo ricorderemo per tutta la vita, a volte anche in maniera traumatica.

A me è successo. Ho poi metabolizzato e ridimensionato l’accaduto durante una buona carriera universitaria.

Nel corso della mia attività di psicologo ho comunque sempre pensato che gli studenti hanno bisogno di un aiuto per affrontare sereni il loro esame di maturità.

Per queste ragioni voglio dare anche a te i consigli giusti per evitare preoccupazioni, blocchi e delusioni al tuo esame.

 

 

 

Com’è strutturato l’esame di maturità del 2022?

Per capire cosa ti aspetta è necessario fare un po’ di conti.

Per la prova scritta d’italiano vengono dati 15 punti.
Per la seconda prova scritta, diversa per ogni istituto, puoi avere un massimo di 10 punti.

Ben 25 punti vengono attributi alla prova orale.

La somma delle tre prove, se svolte a dovere, potrebbe farti arrivare ad un punteggio di 50 punti.

Gli altri 50 punti, per arrivare ad una votazione massima di 100 punti, sono quelli che hai accumulato durante il tuo percorso scolastico.

La stragrande maggioranza dei punti, anche in sede di esame ti arriveranno invece dalla torta del tuo curriculum scolastico.
In pratica dal lavoro già fatto nei cinque anni di superiori e soprattutto negli ultimi due anni.

Se non ti sei proprio comportata/o malissimo e qualcosa l’hai sempre studiata hai già un tuo gruzzolo di punti sicuri.

Da questi primi calcoli emerge che i risultati delle prove da sostenere all’esame incidono meno di quanto immagini sulla tua votazione finale.

 

Cosa spaventa all’esame di maturità?

Delle due prove scritte è la seconda prova scritta quella che spaventa di più gli studenti!

Dovuta al caso perché sorteggiata, può capitare che verta su argomenti in cui sei poco competente o che proprio non ti piacciono.

Eppure se ricordi che vale solo 10 punti puoi permetterti di non considerarla tanto pericolosa ai fini del punteggio finale.

Facendo i tuoi calcoli aritmetici potresti addirittura, se proprio vai nel pallone, lasciare il foglio in bianco.

Potresti non temere terribili ripercussioni sul proseguo del tuo esame e sul voto finale dell’esame di maturità.

 

Come prepararsi per l’esame di maturità.

3 consigli fondamentali

 

Suggerimenti per un esame senza patemi.

Se seguirai i miei tre consigli per superare bene le prove previste per diplomarti, avrai il pieno controllo della situazione e renderai al massimo.

1. Continua a studiare con il metodo di studio che già utilizzi.

In molti mi chiedono se sia il caso di cambiare metodo di studio per adottarne uno nuovo che potrà far studiare meglio e più velocemente.

Assolutamente NO.  Adottare un nuovo metodo di studio richiederebbe troppo tempo e tu ora, di tempo, ne hai davvero pochissimo.

Fai quello che puoi come sai e con quello che hai in questo momento, senza ulteriori carichi o distrazioni.

2. Concentrati nelle materie nelle quali sei più forte.

Metti il tuo massimo impegno e potenzia i tuoi punti di forza, senza assillarti troppo sui tuoi punti deboli.

Per razionalizzare i tempi devi lasciare perdere le materie in cui sei meno forte.
Non meravigliarti troppo della mia esortazione, ha il suo perché.

Se ti impegni a fondo alle materie che conosci meno perderai tanto tempo ed alla fine otterrai meno risultati.

3. Non studiare a memoria

Non devi imparare tutto a memoria. E’ troppo pericoloso affidarsi solo alla memoria.

In uno stato di blocco o agitazione, come durante l’esame di maturità, la memoria potrebbe giocarti brutti scherzi.

Per come è impostato attualmente l’esame di maturità devi aver capito gli argomenti di cui parlerai.

 

 

Cosa devi sapere dell’esame di maturità

La prova orale che dovrai affrontare è più una discussione che una vera e propria interrogazione.

Ai tuoi docenti interessa capire che sai parlare, sai argomentare
e non ti blocchi, perché stai imparando a domare le emozioni.

Gli insegnanti vogliono comprendere come sei cresciuto come studente e se hai costruito tue opinioni sull’argomento che stai esponendo.

Ascolta sempre con la massima attenzione tutte le domande che ti verranno poste.

Ricorda sempre che la risposta è già nella domanda.

Per dimostrare di essere preparato dai una risposta semplice, breve e chiara. Una risposta che vada dritta al punto.

Solo dopo amplia le tue argomentazioni dimostrando di aver capito, che sai ciò di cui stai parlando.

Mostra sempre interesse per l’argomento, anche se magari non ti ha tanto interessato.
Devi saper dimostrare che ti sei fatta/o un’opinione grazie al tuo spirito critico.

 

Per sapere cosa fare per prepararsi bene alle prove scritte e alla prova orale
ti invito a leggere la seconda parte dell’articolo.

Clicca questo link:


https://www.memovia.it/le-prove-dellesame-di-maturita-2022-parte-ll/


perché i suggerimenti continuano.

Per ascoltare dal vivo i miei consigli GUARDA IL VIDEO sulla maturità sul canale Youtube https://youtu.be/OumAkQBNzpg
o contattatami sulla mia pagina Facebook per uno scambio di opinioni.

Sarò felice di esserti d’aiuto.

 

 

 

Fai vedere che ci tieni:


Altre Guide che devi assolutamente leggere

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
>