Come studiare 100 pagine in un giorno (davvero)

Cosa trovi in questa Mega-Guida

Come studiare 100 pagine in un giorno solo

Come studiare 100 pagine in un giorno?” E’ una domanda un po’ posta male in realtà!

Oggi vediamo come studiare 100 pagine in un giorno e poi spieghiamo che cosa vuol dire.

Sappi che è possibile farlo, anche bene, di studiare 100 pagine in un giorno e che è un risultato che si raggiunge seguendo un procedimento passo passo molto chiaro che dovrebbe darti molta eccitazione e molta speranza già  da adesso.

Sappiamo che alcuni di studenti ce la fanno, la media di studio è di 20- 30 pagine al giorno. Quindi come fanno alcune persone a triplicare o quadruplicare la velocità  di studio?

Sono un po’ invidioso e un po’ curioso di scoprirlo.

Studiare 100 pagine in un giorno: perché?

Se stai leggendo ci sono due possibilità:

  • hai lasciato che lo studio si accumulasse e quindi in questo momento devi studiare 100 pagine per arrivare pronta o pronto alla prova di domani-dopodomani
  • sei in una situazione di crisi, un po’ di stallo, e ti stai mettendo una sfida o stai cercando una sfida che rivitalizzi un po’ e le tue giornate di studio

Che sia una situazione di urgenza o una ricerca di stimoli, in ogni caso
ci vuole molto coraggio e questo procedimento potrebbe portarti a trovati
di fronte a delle crisi, a dei blocchi, a degli stop che dovremo risolvere insieme

Perché in 100 pagine ci sono un sacco di cose da leggere con attenzione capire e ricordare nel lungo periodo o quando sarà necessario,
e probabilmente credi che il tuo cervello non sia in grado di farlo.

E invece il cervello è in grado di ricordare grandi quantità di informazioni ogni secondo a patto che si facciano delle cose, cose che non hai fatto finora.
E ciò ti porta ad avere poca fiducia in te, nelle tue capacità, ti porta a dire la classica frase:

io ho bisogno di tanto tempo per studiare

Esami da incubo Il tuo metodo di studio è frustrante, lento e non ti dà sicurezza?
Non mollare... Abbiamo l'Ebook, video, Podcast e infografiche:

Inserisci qui la tua mail preferita per avere accesso immediato alla tua copia Omaggio dell'Ebook "I 3 Mostri da Uccidere all'Esame":

SICURO. Il link con l'accesso all'Ebook e al Gruppo Privato verrà inviato subito alla tua email. Riceverai contenuti di valore ogni settimana, sempre gratis. Niente mail ogni giorno (inutili) e countdown per venderti corsi a pagamento. Zero Spam.

Studiare 100 pagine in un giorno: per quali esami?

Mi è successo più volte in tutte e due le lauree, nella prima in lingue ormai mi ero demotivato rispetto allo studio e quando uscivano degli appelli anche se erano molto ravvicinati tendevo a provare a studiare tutto il materiale necessario entro la data dell’appello.

Nella seconda laurea invece ho voluto provare a farlo su più esami,
ricordo per esempio Psicologia dello Sviluppo o Psicologia Sociale, proprio
perchè erano esami molto grandi e volevo mettermi alla prova.

Ammetto che ho fallito più di una volta ed è il motivo secondo me per cui
dovresti provare a farlo almeno una volta anche tu.

Partiamo dall’idea che è possibile, cosa che per me è stata una rivelazione shockante. Io che ero abituato a impiegare due mesi per preparare un esame e ti dico che è solo questione di impegno e giusta procedura, di pianificazione e di mantenere i giusti confini in quello che fai.

Non voglio fare la moltiplicazione dei pani e dei pesci cioè calcolare i giorni e le ore a disposizione, le velocità di lettura, le parole al minuto. eccetera, per dirti che puoi leggere un tot di parole al minuto e quindi questo significa studiare

Delle operazioni matematiche del genere sono fatte da chi non ha idea di cosa voglia dire studiare su un libro difficile in poche ore.

Cose da fare e cose da non fare per studiare 100 pagine in un giorno

Innanzitutto stabiliamo che a seconda della materia che stai studiando
hai bisogno di almeno 10 ore per fare questa operazione, questa impresa, e che in queste dieci ore in ogni ora devi studiare almeno dieci pagine.

Vedilo come un gioco: ogni dieci pagine acquisisci una stellina.

Seconda cosa, devi fare immersione, quindi devi prendere dieci pagine, stabilire l’inizio e la fine, metterti la deadline della fine dell’ora e iniziare a studiare quelle dieci.

Elimina schemi mappe tutto quello che va fatto per iscritto, puoi fare le cose solo oralmente. Riassunti, schemi e mappe, qualunque cosa che sia scritto, richiede uno sforzo che non è solo psicologico ma anche fisico, nella scrittura, e organizzativo.

E siccome siamo in una condizione di stress e di pressione dall’esterno e anche dell’interno possiamo impiegare tutte le nostre energie solo su una cosa, che è quella di ricordare, capire e
memorizzare

Quindi attenzione a quello che ti sto dicendo: devi entrare in un flusso, deve andare tutto liscio, lo sforzo deve essere solo temporale, mai accumulare due tipi di sforzo.

Quindi lavori solo sul libro: puoi appuntare qualcosa solo sul libro e in quelle dieci pagine, in quell’ora, come procedi?

Da paragrafo a paragrafo o meglio da sotto paragrafo a sotto paragrafo, io dico sempre da punto a punto. e all’interno di quelle 5 10 righe che leggi
riassumi in pochissime parole nel lato del libro che cosa c’è scritto
dentro,

Lo fai facendoti delle domande:

  • che cosa mi ha detto il libro?
  • Che cosa ho capito del libro?

Meno scrivi meglio è, quindi mi raccomando, ogni parte importante ha al suo interno degli elementi da appuntare. Focalizza l’attenzione su quelli e cerca di tenerli dentro di te. Puoi tornare indietro tutte le volte che
vuoi all’interno dell’ora. quindi alla fine dell’ora dovrai aver studiato a perfezione quelle dieci pagine prima di passare alle successive.

Per studiare 100 pagine al giorno devi fare dei ripassi programmati

Ti chiederai

sì ma come faccio a tenere tutte queste informazioni dentro?

La memorizzazione avverrà attraverso un sistema di piccoli ripassi periodici che faremo durante la giornata, alla fine di ogni ora e alla fine della giornata stessa.

Se studi e non fai questi ripassi, alla fine dell’ora senti che il tempo è andato buttato perché ti demotivi, dici qualcosa come:

Ho studiato intensamente per un’ora e mi sento molto vulnerabile perché adesso non ricordo le cose!

La motivazione nasce proprio dal senso di auto-efficacia. Ogni volta che finisci un’ora di studio, quindi quelle dieci pagine, la demotivazione è tossica.

La motivazione è dovuta ai piccoli risultati ed è altrettanto contagiosa e
quindi usiamola.

Quando finisci di capire ed elaborare pezzo per pezzo, e di scrivere dei piccoli appunti a margine del libro, devi fermarti, non andare mai avanti!

Quando ti fermi fai un veloce recap di quello che hai studiato nelle ultime dieci pagine, vai a tappare i buchi di competenza, quindi le cose che non ricordavi bene, e continua a farlo fino al termine dell’ora. Poi inizi con altre dieci pagine

Studiare 100 pagine in un giorno: stai procedendo nel modo giusto?

Alla fine della giornata dovresti quindi aver fatto un apprendimento molto diluito:

  • nei primi trenta-quaranta minuti di ciascuna ora sei riuscito probabilmente a studiare dieci pagine
  • poi nei minuti successivi ce l’hai fatta anche a rivedere alcune cose, a ripeterle ad alta voce, a ricontrollare le cose che non avevi detto bene o memorizzato bene, o che non avevi addirittura capito a perfezione
  • poi ti sei fermato o fermata e hai iniziato con un’ altra parte.

Alcuni blocchi saranno andati via più velocemente, più semplici, altre parti saranno state un po più complicate e avranno richiesto un po’ più di tempo. Però le parti più semplici ti avranno dato anche la possibilità  di riposare tra un’ora e l’altra.

Fai attenzione a quello che stiamo per dire: una delle leggi di Parkinson che è molto famosa dice che si funziona bene sotto pressione.

In realtà alcuni studenti funzionano molto bene sotto pressione, quindi il nostro cervello è in grado di scegliere adeguatamente le cose, di selezionare solo quelle importanti, di non dedicarsi a cose poco importanti quando si hanno limiti di tempo molto stretti come in questo caso

E’ proprio così che funziona bene il nostro cervello, come accade prima di un compito in classe o di un’interrogazione in cui abbiamo quel poco tempo dobbiamo prepararci per forza per prendere un bel voto!

Ed è come funziona bene il nostro cervello quando apprende: si dedica solo alle cose essenziali e con la massima concentrazione fa le cose necessarie per ricordare.

Studiare 100 pagine in UN giorno non è la stessa cosa che studiarne 100 AL giorno

Attenzione a un’altra cosa:

1. questo metodo è da usare solo occasionalmente.

Non rischiare! Se studi così velocemente in giurisprudenza, in medicina, in ingegneria, finisci per non capire niente di quello che stai facendo in emergenza, perché magari l’esame e domani o dopodomani e quindi potrebbe essere un disastro molto demotivante il giorno stesso in cui provi a farlo e nei giorni successivi o magari all’esame

2. è una cosa da usare una tantum

Infatti all’inizio abbiamo detto non si parla di studiare 100 pagine AL giorno ma di studiare 100 pagine in UN giorno, nel senso che è vero che questo metodo ti permette di studiare in modo extra veloce, in fretta, ma devi anche sopravvivere!

E non vogliamo che ci sia accompagnato allo studio un senso di frustrazione perché per più giorni pensi di poter mantenere questo ritmo e poi ovviamente il tuo corpo, il tuo cervello, si rifiutano.

Puoi farlo solo per un giorno, in casi di estrema necessità.

Nei giorni successivi potrai riprendere a studiare al tuo normale ritmo di 20-30 pagine al giorno, che ti assicuro non sono affatto poche.

Alcune precisazioni se vuoi davvero provare a studiare 100 pagine in un giorno

Funziona, è garantito, provalo immediatamente, ti sentirai una persona
superiore rispetto agli altri perché hai fatto qualcosa di straordinario, e
rispetta alcune piccole indicazioni:

  • non puoi farlo quando hai lezioni, perché devi stare completamente in immersione per tutte le 10 ore per studiare le cento pagine
  • non puoi farlo tutti i giorni, abbiamo detto che puoi farlo una tantum proprio in situazioni di necessità oppure per metterti alla prova, per fare una sfida, per darti una spinta
  • non puoi farlo su tutte le materie, ce ne sono alcune che richiedono grande attenzione sui grafici, tabelle, formule, altre come l’anatomia in cui devi studiare e stare attento anche alla posizione di ciascun elemento anatomico all’interno di una tavola di un disegno.

Fregatene di cosa ti dicono, che è una cosa folle, che è impossibile da fare, eccetera. Prova a farlo e ci riuscirai, ma non lasciarti neanche
accecare dall’idea che leggere e studiare siano la stessa cosa.

Quindi non fare i calcoli della tua velocità  di lettura, una lettura veloce non
approfondita senza elaborazione, selezione delle cose importanti e
memorizzazione istantanea alla prima lettura di quello che stai studiando è
vana, è una corsa nevrotica senza senso, come mangiare, ingozzarsi e poi vomitare e ricominciare a mangiare: non assimili niente.

Quindi rispetta i limiti di elaborazione del cervello e gustati quello che stai studiando, altrimenti il tuo cervello, se non elabora immediatamente quello che legge lentamente, non riuscirà neanche a farsi un’idea di quello che sta leggendo e quindi non riterrà niente.

La cosa bella di questa strategia è che ti da gli strumenti per riutilizzarla in momenti di necessità ma ti da anche lo strumento emotivo la sicurezza di dire

ce la posso fare anche a fare cose incredibili

e quindi puoi utilizzarlo come modello oppure cambiarlo a tuo piacimento perché come sai ogni persona ha bisogno di essere libera e creativa nello sviluppare i suoi modi di studiare efficacemente e anche in
maniera molto veloce.

Hai provato? Ce l’hai fatta?

Sfondo vettore creata da BiZkettE1 – it.freepik.com

Fai vedere che ci tieni:
About the author

Inventore del Sistema FNM® - Fenomenologia dei Nuclei in Movimento. Creatore del Metodo di Studio MemoVia®. Inventore di Resilio® - il primo Metodo al Mondo di Allenamento alla Resilienza. Creatore di Innamora® - la Sequenza per la Fascinazione Comunicativa.

Giovanni


Altre Guide da leggere assolutamente:

Lasciami un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}