3 metodi per organizzarsi e studiare tutto in poco tempo e senza ansia

come studiare in poco tempo

Come studiare in poco tempo, tutto e senza ansia: 3 regole di base

Quando non riesci a capire come studiare in poco tempo tutto quello che c’è da sapere per superare l’esame, probabilmente ti viene molta ansia e ti sembra di essere sempre in alto mare.

Se non studi in compagnia non hai ben chiaro a che punto sei, se stai facendo abbastanza per arrivare con successo alla data fatidica, senza dover fare delle vere e proprie maratone negli ultimi giorni.

Questa sensazione di andare a tentoni può diventare un problema perché genera ansia e studiare con l’ansia è difficile: cala la concentrazione e ci si mette molto più tempo a imparare i nuovi concetti, innescando ulteriore ansia.

“Misurare” i tuoi progressi verso il traguardo, tenere traccia dei passi verso il successo: questo è ciò che insegno da anni a tutti gli allievi che decidono di cambiare il loro modo di studiare col Corso Base Gratuito MemoVia.

E’ inoltre una buona strategia per ridurre l’ansia “da prestazione”, e in più ci fa arrivare prontissimi agli esami.

Vediamo perché.

Come studiare in poco tempo? Per prima cosa bisogna misurare i progressi

Poter controllare se il ritmo che stai tenendo nello studio è adatto alle tue capacità e sufficiente per il tempo a disposizione ti renderà la vita più semplice, portandoti a fare meglio e con più tranquillità.

Ci sono alcuni studi che dimostrano come miglioramenti nel benessere, soddisfazione e felicità possano nascere dai progressi fatti verso i propri obiettivi personali.

La condizione per cui ciò può funzionare è che i tuoi obiettivi siano in linea con i tuoi desideri e le tue motivazioni. Se ti poni un traguardo perché devi fare contento il professore, la famiglia o il tuo capo, quando farai qualche progresso non avrai gli stessi miglioramenti emotivi.

Prendi questa regola come una “guida” generale quando ti poni degli obiettivi: cerca di concentrarti sulle mete che vuoi raggiungere, piuttosto che fare ciò che pensi che gli altri si aspettino da te. Più gli obiettivi sono autonomi, quindi vengono dalla tua motivazione e non vengono decisi per te, più sarà probabile che vengano raggiunti.

giovanni fenu

Università da incubo Il tuo metodo di studio è frustrante, lento e NON ti dà sicurezza? Non mollare...

Abbiamo 1000 giorni di lezioni gratuite: PDF Premium, test, Infografiche, Mega-guide  e video formativi.

Se vuoi avere degli effetti emotivi positivi e avere successo, prova a misurare i tuoi progressi verso gli obiettivi che hai scelto. Puoi verificarli su base quotidiana, settimanale e mensile, ma puoi anche allargare il focus e stabilire una misurazione annuale del tuo cammino verso le tue mete a lungo termine.

1. Mettiti degli obiettivi ogni giorno e controllali con una app

Cosa fai quando raggiungi il successo? ti siedi e ti fermi, ti rilassi e ti senti bravo. Non hai più bisogno di migliorarti… e proprio lì lo perdi.

Devi mantenere alta la voglia di raggiungere nuovi successi, ogni giorno, altrimenti presto entrerai in blocco o ti concentrerai su cose che ti distraggono, ad esempio sui soldi (i soldi arrivano dal fare qualcosa che si ama, non dal successo. Se non fai quello che ami l’unica cosa che otterrai sarà… tanta frustrazione!).

iDoneThis è un programma semplice ed efficace per controllare i tuoi obiettivi personali: l’applicazione permette di fissare vari obiettivi e invia a te (ed eventualmente a tutto il tuo gruppo di studio / classe) una email alla fine della giornata. Una veloce risposta permette di annotare ciò che si è fatto, condividendola con gli altri studenti.

In alternativa puoi compilare la lista delle cose fatte direttamente sul web, nella tua pagina personale, in modo da avere subito una panoramica della tua giornata, vedere quanto hai prodotto risultati, così come condividere e annotare i progressi con il tuo gruppo verso l’obiettivo comune (per esempio superare lo stesso esame, arrivare pronti al compito in classe).

Condividere i miglioramenti ti motiva a fare di più e meglio. Se non ti piacciono le app, l’attore Jerry Seinfeld ha elaborato un metodo personale per mantenere un ritmo di miglioramento costante che permette di costruire un’abitudine o un progresso quotidiano verso una meta più grande. Funziona così:

  • Tieni un calendario in cui puoi spuntare ogni giorno in cui completi il tuo obiettivo giornaliero;
  • Continua a spuntare ogni giorno, e presto avrai una catena di giorni spuntati;
  • Non spezzare la catena.

Ecco qui. È abbastanza semplice, ma alla fine vedrai che avrai incatenato centinaia di giorni, e saltarne uno diventerà molto difficile, perché ciò comporterà di dover ricominciare la catena da zero.

2. Traccia i progressi settimanali con una presentazione

Una buona idea per stare sempre concentrati e stabilire se stai tenendo il giusto ritmo verso la tua meta è incontrarti periodicamente, meglio una volta alla settimana, con un gruppo di amici, colleghi, compagni di classe con cui condividi gli obiettivi, per fare il punto della situazione e rendere così più concreto il cammino verso il tuo scopo.

Queste occasioni di incontro e scambio possono anche essere molto piacevoli e ti danno carica e motivazione per raggiungere gli obiettivi quotidiani e non trovarti in ritardo rispetto agli altri alla fine della settimana. Questa responsabilità ti spronerà ad andare avanti, anche quando gli obiettivi sembrano davvero lontani.

E’ vero che talvolta gli altri sono in difficoltà e si lamentano un po’ della loro condizione, urtandoti i nervi… Usa queste occasioni per dare loro una mano: ricorda che se ti concentri solo su di te, senza dare una mano agli altri, magari non ti devi sorbire la loro lagna ma… non ti aspettare che ti cerchi qualcuno quando sarai tu in difficoltà!

3. Completa una revisione mensile

Programma una “riunione”di 30 minuti con te stesso una volta al mese. Questa “riunione” non è negoziabile, e se proprio non riesci a farla, non cancellarla, riprogrammala.

Le revisioni mensili sono personalissime, perché tarate sugli obiettivi personali, e hanno bisogno di tempo per evolvere in qualcosa da cui trarre beneficio per aiutarti a misurare i tuoi progressi.

Investici sopra un po’ di tempo perché queste “riunioni” saranno davvero utili. Una revisione per esempio può contenere queste sezioni:

  • Cosa hai completato nell’ultimo mese che ti fa sentire orgoglioso;
  • Una relazione sui progressi fatti in una abitudine su cui ti sei concentrato nell’ultimo mese;
  • Note su nuove cose che hai provato;
  • Gli obiettivi del mese successivo, compresa una nuova abitudine su cui focalizzarti regolarmente;
  • Note sulle mete a lungo termine e i cambiamenti personali su cui vorrei lavorare.

Completare questa revisione comporterà qualche sforzo ma sarà ricompensato. Meglio cominciare con una revisione semplice e brevissima.

Io lo faccio sempre con li Allievi del corso Mente Senza Limiti: dopo circa un mese dalla fine del corso controllo che stiano usando il Sistema MemoVia nel modo giusto e che stiano continuando ad adattarlo alle proprie esigenze.

Li seguo personalmente uno per uno e questo garantisce risultati unici!

A scuola e all’Università ho avuto tante difficoltà: ansia, frustrazione, blocchi, intere giornate passate sui libri con pochi risultati, proprio perché non ho mai avuto un metodo di studio efficace.

Nel 2003 ho creato il Sistema MemoVia e sono riuscito a laurearmi la prima volta studiando meno di un’ora al giorno. In quel momento ho capito che i miei problemi non erano solo miei, ma di tanti studenti come me, e che il Sistema poteva risolverli.

Nei successivi 12 anni il Sistema è cambiato continuamente, fino a diventare perfetto (e a permettermi di prendere una seconda laurea, studiando in totale circa 3 ore a settimana). Ora seguo personalmente ciascun allievo finché raggiunge i risultati che garantisco e prometto, perché io e migliaia di Allievi li abbiamo raggiunti prima.

Adesso ti stai dicendo due cose: o che sono uno che dice fesserie, o che vuoi sapere come ho fatto. Chiariamo subito che non sono uno di quei “guru” che ti raccontano il romanzo della loro vita tutto “rose e fiori”, una scalata interminabile e perfetta verso il successo… Né che ti promette che con qualche tecnica di memoria e disegno ti farà studiare 100 pagine al giorno senza fatica. Magari fosse così!

Ti racconto tutti i miei segreti… frutto di una grande fatica!

Dieci anni senza sapere come studiare in poco tempo

Se ora sei su questa pagina, come è successo a me, non hai un metodo di studio efficace abbastanza. Sogni di studiare meglio, in meno tempo e senza ansia. Quasi di certo fai fatica a scuola o all’università, lavori e hai pochissimo tempo per studiare, vorresti superare un esame, un test o un concorso importante.

Probabilmente hai paura di non farcela, ti senti un po’ “in blocco”: fin dalla scuola passi troppe ore sui libri, non riesci a concentrarti, fai un sacco di fatica e poi ricordi poco.

Magari senti di non avere abbastanza motivazione e voglia di studiare tutta quella roba, vai in ansia e come risultato finale non riesci a prepararti nel modo giusto per la prova se non a patto di sacrificare interi mesi, il sonno, la tranquillità e la voglia.

Più di tutto, hai poco tempo per prepararti e ti manca la sicurezza di riuscire.

Come faccio a saperlo? Perché l’ho vissuto prima di te. E non siamo soli: la buona notizia è che non questi e altri problemi sono il pane quotidiano di quasi tutti gli studenti.

La cattiva notizia è che ti stanno portando dritto verso il fallimento, il che significherà nel migliore dei casi altre ore sugli stessi libri a studiare e ristudiare le stesse cose… nel peggiore dei casi abbandonerai l’impresa, ti dovrai accontentare e avrai sprecato un sacco di tempo ed energie.

Cento anni di tentativi di studio dannosi

Per studiare efficacemente bisogna seguire un PROCEDIMENTO e usare un Sistema passo-passo, basato scientificamente.

Per accettare questo però è necessario prima stabilire alcuni punti fissi:

  • i vecchi metodi di studio, che si basano su sottolineare, riassumere, ripetere e fare schemi, sono INEFFICACI ai fini dello studio.
  • le tecniche di motivazione non servono, bisogna essere già almeno un minimo motivati a studiare, altrimenti non si va da nessuna parte.
  • la gestione delle emozioni non è una cosa che si impara in 30 ore di corso, che peraltro dovrebbero essere dedicate al metodo di studio e alle tecniche di apprendimento efficace.
  • la creazione di obiettivi può essere interessante e motivante per un po’, ma se poi non studi nel modo giusto dopo un po’ non ce la fai più e gli obiettivi semplicemente SVANISCONO.
  • le tecniche di memoria non sono utili per studiare DIRETTAMENTE dai libri, bensì solo le informazioni di dettaglio e i dati tecnici. E’ questo il motivo per cui non vengono insegnate nelle università.
  • allo stesso modo, le mappe mentali possono essere utili per un ripasso generale dopo aver studiato, ma non certo per studiare. Inoltre, richiedono tantissimo tempo ed energie, che lo studente medio (soprattutto se lavoratore) NON HA.

Come studiare in poco tempo con un metodo davvero efficace

Se studiare per te è difficile, è perché finora ti hanno fatto credere queste cose.

Il Sistema di cui hai bisogno esiste ed è stato creato apposta per risolvere i tuoi problemi nello studio. Funziona con tutte le materie, sempre, basta seguire il procedimento passo passo per avere il risultato, in modo SCIENTIFICO.

Ora la scelta è tua. Studia come hai sempre fatto e avrai gli stessi risultati che hai sempre avuto.

In alternativa, puoi imparare il primo Sistema di Studio in Italia, quello che ti ha portato a leggere fino a questo punto e a volerne sapere di più.

Voglio dirti un’ultima cosa. Lo so che a volte pensi “chi me l’ha fatto fare”. A volte studiare è davvero difficile.

Ma ti devi ricordare che senza fatica non si fa nulla. Soprattutto, non è possibile vincere una gara se non ti alleni.

Perciò come un corridore devi fare la tua parte di allenamento ogni giorno, seguire una dieta, essere regolare nel sonno, mangiare bene, e dire di no a qualcosa.

La cosa più bella che ho fatto nella mia vita è creare il Corso Base Gratuito MemoVia con cui già 5000 persone si sono allenate per la gara più lunga della loro vita.

Metti le scarpe da corsa e vieni ad allenarti con noi.

Pin It on Pinterest