Lo studio è una trappola e devi liberartene in 2 semplici mosse

come studiare velocemente

Come studiare velocemente e liberarsi dalla prigione dello studente infelice

Mi piace parlare di come studiare velocemente e bene: entro la fine di questa guida scoprirai cosa intendo, perché non l’hai ancora elaborato, cosa determina nei tuoi pomeriggi di studio e… come creartelo subito.

Se stai studiando, fai molta attenzione a ciò che sto per dirti. Voglio darti una soluzione per salvarti da anni di lacrime e sangue versati inutilmente.

Tutti gli studenti con cui parlo, soprattutto gli universitari, dopo un annetto di euforia da matricole (a volte anche prima), ne hanno già abbastanza.

Anche i più entusiasti, o quelli che seguono il Corso Base Gratuito MemoVia, alla prima serie di lezioni COMPLETAMENTE INUTILI alle 9 di mattina… o quando si scontrano con un professore particolarmente incomprensibile o aggressivo agli esami… quasi si pentono della loro scelta.

Si chiedono perché sono costretti a studiare quelle materie inutili, senza alcun collegamento con la vita pratica e col futuro lavoro…

…perché devono sopportare tanta frustrazione, soprattutto perché devono aspettare tanti anni per avere qualche soldo in tasca.

Come studiare velocemente: i due comportamenti tipici di chi vuole sbrigarsi a studiare bene

Gli studenti si buttano allora su due comportamenti tipici:

1. Alcuni CAZZEGGIANO come se non ci fosse un domani, tanto i genitori continuano a pagare e in fondo i divertimenti dei pomeriggi e delle serate in compagnia non sono poi mica tanto male!

2. Altri invece SI AMMAZZANO DI STUDIO, costanti e precisi, passano 6-8 ore al giorno sui libri e vivono nell’ansia.

Sinceramente, per diversi anni mi sono ritrovato nel secondo gruppo. Mi sono fatto un mazzo così, con l’aspettativa che alla fine ne avrei avuto qualcosa di buono.

giovanni fenu

Università da incubo Il tuo metodo di studio è frustrante, lento e NON ti dà sicurezza? Non mollare...

Abbiamo 1000 giorni di lezioni gratuite: PDF Premium, test, Infografiche, Mega-guide  e video formativi.

Quel qualcosa non è arrivato all’università e, se non mi fossi rimboccato le maniche, non sarebbe arrivato neanche dopo.

(perché la verità è che gli studi raramente ci danno qualcosa di spendibile nel mondo del lavoro. E questo potrebbe farti sentire come se stessi buttando via un sacco di tempo).

Come studiare velocemente: ecco cosa mi sono sempre aspettato (e forse anche tu)

Mi aspettavo qualcosa di lineare, tipo:

  1. Studio
  2. Do’ l’esame
  3. Lo supero/non lo supero
  4. Procedo cl prossimo
  5. Mi laureo

Magari fossero queste indicazioni che ti insegnano come superare gli esami!

Tutti gli studenti si concentrano sul problema sbagliato, sull’incognita di di superare o non superare l’esame. E pregano, si riempiono di ansia, la trasmettono agli altri, provano a ingraziarsi il professore, non dormono.

Il vero problema è invece nel primo punto del percorso: STUDIARE.

E farlo nel modo giusto, senza scoraggiarsi per strada, farsi prendere dalle ansie, disperarsi ogni volta che aprono il libro, vivere ogni esame come una TORTURA.

Per fare questo ti manca un pezzo importante. Un metodo di studio università-compatibile. Ora capisci che intendo?

Non te l’hanno insegnato e invece è fondamentale, perché è l’unica cosa che ti permetterà di arrivare alla laurea senza perdere letteralmente anni di vita.

Come studiare velocemente costruendo con i Lego

Da bambino adoravo i Lego: erano colorati, facevano rumore, avevano pezzi di tutte le dimensioni e avendone abbastanza ci potevo costruire quello che mi pareva.

Sono partito dalle casette piene di dettagli, che neanche un ingegnere; sono passato poi alle macchine (ricordo di aver riprodotto modelli famosi degli anni ’80, ma mi venivano sempre un po’ squadrati); alla fine mi sono dedicato ai robot, che costruivo come fossero Transformers, in modo che si potessero trasformare in astronavi, auto e dinosauri.

Ci passavo interi pomeriggi ed ero un gran perfezionista. Adoravo quello che riuscivo a creare, ero diventato bravo e veloce nel farlo.

Cosa c’entra con lo studio?

Intendo che ogni volta che affronti una nuova materia, anche se quello che crei alla fine è diverso, i mattoncini colorati sono gli stessi.

E se trovi il modo giusto per assemblarli il risultato è veloce, bellissimo, funzionale, perfetto, e ti riempie di orgoglio.

Come si fa ad assemblare? Ti insegno un piccolo procedimento universale, quello che anche tu da oggi chiamerai metodo di studio università-compatibile.

Come studiare un libro universitario: per prima cosa capisci e seleziona

Da oggi, inizia a selezionare degli elementi (mi raccomando, non delle “parole chiave”) che all’interno del testo identificano le cose ESSENZIALI da ricordare.

Devi scegliere meno cose possibile. Sai quando, mentre ripeti, abbassi gli occhi a guardare il libro per continuare a parlare? Esattamente quelle cose. Tralascia tutto il resto, lascia che il cervello lo ricordi da sé.

Quelle sono le cose cui “aggrapparti” per ricordare tutto ciò che non entra “spontaneamente” nella testa.

Prova a parlare

Per le prime volte, prova poi a ripetere guardando solo le cose che hai scelto. Il risultato sarà sorprendente perché, se lo fai nel modo giusto, ricorderai tutto. Questo ti dà l’indicazione e la prova che stai procedendo bene.

Come studiare un libro universitario con gli schemi

E’ arrivato il momento di inserire le cose che hai sottolineato negli Schemi a Piramide MemoVia.

Se non hai ancora imparato a farli, trovi qui la mega guida sugli schemi.

Non sono un amante degli schemi, lo ammetto. Preferisco far studiare i miei allievi senza scrivere.

Tuttavia non posso insegnarti tutto il Sistema MemoVia in queste mega guide. Posso però contribuire a modificare più o meno radicalmente il tuo modo di studiare.

Diventa fluido

Dopo aver capito, scelto e trasposto su carta le cose importanti, dovresti essere in grado di ricordare la maggior parte del testo.

Ora quindi dovrai provare a parlare, come se fossi davanti al professore, guardando lo schema (non più il libro) il meno possibile.

Se preferisci fare più ripetizioni perché ti danno maggior sicurezza, ti chiedo di prendere un foglio e segnare una tacchetta ogni volta che guardi giù sul testo.

Le tacchette, man mano che vai avanti, devono diminuire. Se restano stabili o aumentano, qualcosa non va, e di solito questo qualcosa è nella fase di comprensione.

In pratica non hai capito abbastanza a fondo tanto da ricordare senza guardare il libro/il foglio.

Se ti rendi conto di qualcosa del genere, concentrati ESCLUSIVAMENTE su quelle parti, capiscile ed ELIMINA dallo schema le parti in più, che avevi scritto proprio perché non avevi capito a fondo.

I risultati da quando abbiamo deciso di capire come studiar velocemente

Ho “giocato” con circa un centinaio di esami nella mia carriera universitaria, per i primi dei quali ho usato il procedimento che ti ho appena descritto. In seguito ho studiato migliaia di libri e affrontato altrettante materie a me sconosciute con i miei allievi.

Ti assicuro che il modo di approcciarle, per quanto ci fossero delle piccole variazioni dovute alle caratteristiche della materia, era pressappoco sempre uguale.

E quella di avere una strategia passo-passo che funziona sempre è una figata: non voglio dire che il mio sia il Sistema migliore per studiare, ma sicuramente funziona di brutto!

Puoi di certo continuare a sottolineare con evidenziatori colorati, riassumere, fare schemi, fare mappe, usare tecniche di memoria, ripetere… Puoi continuare a passare tre-sei ore al giorno sui libri…

Alla fine basta studiare e passare la prova no?

MAGARI! Vediamo come facciamo spesso finta di studiare.

Come studiare velocemente ma davvero: 5 modi in cui studiamo per finta e come correggerli

Ho sempre pensato che sarebbe un bel sogno se ci fosse qualcosa come Photoshop per migliorare i libri… per farli sembrare meglio di come sono.

Lo so, a volte la voglia ti manca. Certe materie e certi libri sono insopportabili.

Siamo costretti a usare delle piccole strategie per farceli piacere e per studiare il più “indolore” possibile.

Posso darti dei consigli a riguardo:

1. Studia non in maratone ma in modo distribuito e concentrato, anche per brevi periodi di tempo durante la giornata.

Con questo intendo dire, evita di fare 4 ore di seguito, diluisci, stacca ogni volta che senti troppa stanchezza o un forte calo di concentrazione. Basta che studi però!

2. Mantieni il corpo in buona forma: mangia bene, dormi, bevi acqua, non fare troppo tardi se il giorno dopo devi studiare. Sembra scontato, però la testa offuscata non funziona bene!

3️. Fai le cose importanti per lo studio, non buttare via il tempo. Ok la bacheca dei Social sarà pure interessante ogni tanto, e i giochini sul cellulare saranno dei passatempi divertenti… però sicuramente non ti aiutano a studiare meglio.

4. Imponiti di mettere il telefono in modalità aereo per almeno due ore al giorno e in quelle due ore studia come se non ci fosse un domani!

La 5° indicazione è la più importante

5. Rapporta il più possibile ciò che leggi a te, alle tue esperienze passate e possibili esperienze future.

Lo so che certe cose sono veramente una rottura, però o te le fai piacere almeno un po’ o non vai da nessuna parte. E quale modo migliore se non quello di collegarle alla persona più interessante della tua vita?

Usa le cose che studi per fare esempi su cosa ti è successo in passato o come potresti usare quelle conoscenze in futuro.

Parlane, approfondisci, spiegati tutto, capisci a fondo, come se fossi tu l’autore del libro e stessi tenendo una lezione universitaria.

In questo modo il ricordo, secondo le ricerche, aumenta di quasi il 40%.

La cosa fondamentale è non cadere nel grande tranello dello studio: dire cioè “Lo so” semplicemente perché hai studiato a memoria e ti basta per passare la prova con un po’ di fortuna.

Nello studio è fondamentale STUDIARE DAVVERO, non per finta, altrimenti è tutta una finzione.

Altrimenti continuerai a pagare il prezzo di aver studiato “per finta”. quando prima o poi, dovrai ri-studiare tutto da capo.

Come studiare velocemente all’università (professori permettendo)

Moltissimi studenti non sanno bene perché si alzano la mattina e vanno a letto la sera, continuano ad andare avanti in automatico e senza entusiasmo, come un viaggio spensierato di piacere…. ma senza piacere.

Studiano, lavorano, passano il tempo in mezzo al traffico, vanno in palestra, “fanno” e basta. E magari sperano di guadagnare un sacco di soldi, come se questo risolverà il loro vuoto interiore.

Forse te lo dici anche tu che “i sogni a un certo punto si scontrano con la vita reale”… quella che ti ha costretto ad abbandonarli per accontentarti, a cedere tanta felicità in cambio di un po’ di sicurezza.

Ma è vero o te la stai raccontando?

In realtà, c’è sempre qualcosina che potresti fare giorno dopo giorno per migliorare la tua situazione. Solo che probabilmente non hai ancora iniziato a farlo.

O magari rimandi, procrastini, fai sogni irrealizzabili o trovi ancora scuse (è colpa del governo, della crisi, del docente [email protected]@@o, del periodo, degli impegni, ecc.)

Sai come si risolve questo blocco? E’ facile: alzati dalla sedia e inizia a fare qualcosa. Un passettino alla volta.

  • Trova il giusto Sistema per studiare, imparalo, usalo giorno dopo giorno, fai del tuo meglio senza cercare la perfezione e… arriva alla prova.
  • Adatta il Sistema che usi alle difficoltà che incontri ogni giorno step-by-step, sii flessibile, muoviti e cambia, adattati e lavora. E ti accorgerai che così è molto difficile fallire.

Il mio metodo di studio universitario per studiare velocemente e a perfezione

Personalmente ho il mio Sistema. L’ho usato per laurearmi due volte mi ha salvato la carriera universitaria e la vita professionale.

Ora, la scelta non è tra studiare pochissimo e provare tanto per provare, o studiare come matti e andare alla prova senza essere certi di come andrà.

La scelta per me è stata una sola: studiare un’ora al giorno, senza la minima ansia, sapere tutto quello che ti serve, andare alla prova in modo completamente sereno e superarla senza possibilità di fallire.

Non dico che tutti riescono a fare tutto dal primo giorno, né che sarai al riparo dalle sfighe e dai docenti con la luna storta, né che non farai più errori nella preparazione.

Li facciamo tutti e li faccio anche io, te lo assicuro.

Ma ho provato prima su di me e poi su 2300 persone e ho visto i risultati. E puoi averli anche tu, tutti i giorni, rendendoti la vita molto più facile.

Perché quando avrai imparato a usarlo, potrai replicare il Sistema per tutta la vita, ogni volta che devi fare un esame, concorso, test, aggiornamento professionale.

Immagina: non un semplice metodo di studio università-compatibile, come mi piace chiamarlo, ma qualcosa di più avanzato.

Nel Corso Base Gratuito MemoVia trovi un metodo che ti porta in modo LINEARE, da dove sei a dove vuoi essere, per ogni prova che incontri.

Ti dice ESATTAMENTE cosa fare e come, dal momento in cui apri il libro per la prima volta, fino a quando esponi quel che hai studiato, Senza errori.

Quando lo imparerai, sentirai il controllo della situazione, il dominio completo. Come se fosse impossibile fallire.

Faremo insieme, senza paraocchi, la strada DRITTA che ti porta sul gradino più alto.

Altrimenti puoi sempre continuare a girare a vuoto, ogni giorno, finché finisce la benzina.

Pin It on Pinterest