fbpx

Iscriviti oggi alla Newsletter e leggi gratis gli Ebook per dare la Svolta ai tuoi studi


17/09/2021

Impara a usare la nuova Tecnica del Pomodoro da 50 minuti che mi sta cambiando la vita

Perché mi sono convertito pure io alla tecnica del pomodoro (modificata)

Mi vergogno un po’ lo devo confessare, ma pure io mi sono convertito alla tecnica del pomodoro!

Ma l’abbiamo modificata: si chiama tecnica del pomodoro 50 minuti e riesco a fare una volta e mezzo di quello che facevo prima.
(e abbiamo pure trovato come usare in maniera produttiva le monete da un centesimo e da due centesimi)

Oggi parliamo della tecnica del pomodoro che lo sai è parecchio famosa, ne parlano un po’ tutti (purtroppo con delle forti rigidità). In effetti va bene un po’ per tutti, soprattutto per chi studia lavora e non riesce bene a fare time management, ovvero a organizzare il proprio tempo.

Con la tecnica del pomodoro studio il doppio, ecco come

Mentre studiamo le nostre giornate vanno via molto in fretta e arriviamo a fine giornata talvolta senza avere il controllo su quello che abbiamo studiato. Cioè abbiamo l’impressione di aver sprecato tempo, eppure siamo stati tanto seduti alla scrivania col libro davanti!

Se ci pensi, ci dividiamo in due grandi categorie:

  • quelli che studiano 12 ore al giorno, per esempio in facoltà come medicina o ingegneria, che ci perdono la salute per studiare così tanto
  • e quelli che invece vogliono avere il massimo risultato col minimo mezzo, cioè preferiscono non annullarsi completamente per lo studio

Ma in tutti e due i casi ci rendiamo conto che l’organizzazione della giornata di studio è spesso deficitaria e un po’ confusa.

Possiamo dire che è anche rischioso studiare e lavorare senza sapere esattamente cosa faremo durante la giornata, e questo mi dispiace perché poi finiamo per rimandare alcuni esami, cosa assolutamente da evitare.

Oggi ti voglio raccontare come mi sono riscoperto a usare quella che potremmo definire Tecnica del Pomodoro 50 minuti.

Se la conosci scrivi qui sotto nei commenti come la usi, ma se non la conosci può essere veramente un punto di svolta. Almeno per me lo è stata e a quanto pare lo è anche per tanti allievi del corso MemoVia che la stanno usando per fare il difficile incastro tra studio e lavoro e vita privata.

Chiudi questa pagina a tuo rischio e pericolo! E per tutti gli altri, prometto che entro la fine avrai un’organizzazione matematica del tuo tempo e riuscirai a fare il doppio di prima, quindi continuiamo!

Come non usare la tecnica del pomodoro per studiare

Per prima cosa distinguiamoci da quelli che fanno pomodori rigidi per esempio da 30 minuti.

A parte che 30 minuti sono troppo pochi, non è vero che la concentrazione umana dura per forza 30 minuti. Siamo tutti diversi! Personalmente preferisco usare sessioni più lunghe, teniamo conto di circa un’ora.

Ti starai chiedendo “Ma perché allora parli di tecnica del pomodoro 50 minuti se è un’ora?”

Perché non è mai un’ora piena. C’è sempre qualche piccola cosa da fare, qualche contrattempo, quindi diciamo orientativamente 50 minuti.

Un’altra distinzione importante: molti ti diranno di fermarti dopo i 30-40 minuti di studio o di lavoro e di fare altro, di prenderti una pausa contata.

Come abbiamo già detto in altre guide, non prenderti pause rigide! Se alla fine dei nostri 50 minuti, in cui stai studiano bene, senti di poter continuare ancora un po’ e mantenere la concentrazione, continua a farlo, non rompere la concentrazione!

Quando ti fermi prenditi una pausa libera, non obbligare il cervello a fare schemi temporali rigidi, perché lo sappiamo benissimo che cosa succede quando intorno mettiamo dei muri di mattoni: chiusi in questo carcere temporale il cervello si ribella e inizia a fare le cose che vuole (guardare le farfalline, pensare a qualcosa, ascoltare un vocale scrollare su Instagram, …). Insomma la concentrazione è bella che persa!

Dobbiamo usare la nostra tecnica del pomodoro, o la rivisitazione della stessa, in modo che non presenti i difetti e gli ostacoli che generalmente genera la tecnica del pomodoro. Uno come abbiamo detto è l’estrema rigidità e schematizzazione.

Trova i tuoi slot di tempo su Notion

Se mi segui da un po’ sai che io organizzo la giornata usando Notion (leggi la guida dedicata). Su Notion scrivo tutto quello che devo fare per lo studio e per il lavoro, dividendolo in ore. Cioè ogni task, ogni obiettivo (per esempio fare i video, studiare, oppure postare qualcosa sui social network) ha un’ora di tempo che in realtà corrisponde ai nostri circa 50 minuti del pomodoro.

In in base a quante ore ho a disposizione per lavorare durante la giornata e per studiare. io definisco che oggi per esempio ho a disposizione 7-8-9 slot di tempo. Quelli saranno 7-8-9 pomodori da 50 minuti.

Attenzione: questo lo faccio la mattina, non è che lo faccio in anticipo, sei mesi prima, e dico “Per i prossimi sei mesi faccio sempre 8 slot di tempo da 50 minuti”, Sarebbe fantascienza riuscire a rispettare un’organizzazione così rigida, e a noi le rigidità l’abbiamo detto che non piacciono!

Quindi lo decido la mattina quando mi sveglio o al massimo la sera prima.

Altra cosa importante: stiamo giocando coi Lego, abbiamo allocato solo i mattoncini che rappresentano le nostre ore di studio e di lavoro, non abbiamo segnato le pause. Quindi calcola bene, non esagerare dicendo che farai 15 pomodori da 50 minuti durante la giornata, perché non sarebbe realistico!

Considera che ci devono essere una percentuale di pause che in genere è di circa il 30 per cento, quindi se stabilisci dieci slot da 50 minuti, tieni conto che stai considerando di lavorare e studiare 13 ore! E’ un obiettivo abbastanza impegnativo, ma se ce la fai niente in contrario!

Usare la tecnica del pomodoro con un timer

Durante questi cinquanta minuti non correre, non affrettare le cose.

Fai lo studio come lo hai sempre fatto: bene, preciso, senza spingere troppo sulla velocità col desiderio di finire in tempo.

Non c’è un tempo limite nella nostra tecnica del pomodoro!

Certo puoi usare un timer come quello del telefono, per sapere pressappoco quanto sta scorrendo il tempo. Ma quando suona il timer non è necessario che tu ti fermi dallo studio!

Alcuni mi hanno raccontato di andare in quella che in psicologia si chiama Tendenza al Completamento. Interrompono per esempio il capitolo dopo 50 minuti, perché sono molto stanchi, e dicono tra sé e sé “Mamma mia! Adesso devo riprendere il prima possibile a studiare perché voglio terminare il capitolo!”

La Tendenza al Completamento infatti stabilisce che quando interrompiamo un compito il nostro cervello rimane ossessionato dal terminare quel compito. In pratica, potresti usarla a tuo vantaggio.

Altra cosa interessante di questa tecnica del pomodoro da 50 minuti è che ti fa capire quanto impieghi a fare le cose.

Se nel libro di Diritto Privato o di Anatomia impieghi circa 50 minuti per fare un capitolo, andando avanti nei giorni di studio ti renderai conto di quanto ti ci vorrà pressappoco per preparare quell’esame.

Il che non ti porta a farti schemi di giorni e tabelle fantasiose che poi non riesci a mettere in pratica. E rende il tuo conteggio dei tempi in vista di quell’esame più realistico.

Per intenderci capisci che non puoi preparare Anatomia in 5-7 giorni (come la maggior parte degli altri esami universitari) semplicemente perché durante il mese di preparazione non hai abbastanza pomodori per arrivare pronta o pronto all’esame.

Depenna le cose fatte e costruisci abitudini

Altra cosa bella della tecnica del pomodoro da 50 minuti e che ti dà quello che si chiama Momentum (l’ha chiamato così Anthony Robbins). Il Momentum è ciò che provi quando hai la tua lista di cose da fare su carta o su un’App, e ne depenni una appena la finisci.

Quando la depenni e ti senti bene e ti viene voglia di farne altre!

Qualcosa di simile l’avevo già detta dentro il libro I Tre Mostri da Uccidere all’Esame e lo diciamo spesso sul gruppo Facebook degli Studenti Perfezionisti

A proposito: l’abitudine è come lo scheletro umano, è una delle forze più grandi che tengono insieme la nostra struttura delle giornate la nostra struttura psicologica.

Purtroppo l’abitudine è anche una delle cose più difficili da cambiare!

Ma grazie alla tecnica del pomodoro da 50 minuti possiamo usarla a nostro vantaggio, perché possiamo stabilire che:

  • alcune cose (come per esempio fare le revisioni intervallati piuttosto che fare degli schemi) vengono più facili la mattina
  • altre cose (come nel mio caso fare un montaggio video oppure scrivere un nuovo libro) vengono più facili nel pomeriggio
  • qualcun’altra ancora viene più facile la sera

Quindi mettiamo i pomodori da 50 minuti per quelle attività divise nella mattina, nel pomeriggio e nella sera.

Il nostro cervello dopo un po’ si abituerà a fare quelle attività in quei momenti e gli verrà molto più facile iniziare a farle e le farà con più piacere. Sarà più semplice inoltre arrivare a un livello profondo di comprensione e concentrazione e portare a termine i rispettivi pomodori.

Come puoi immaginare le tue giornate

Sai i tubi di palline del tennis? Possiamo immaginare che quella sia la tua giornata.

Se hai stabilito bene quanto è grande il tubo a tua disposizione saprai quante palline (studio, lavoro, allenamento, eccetera) metterci. L’importante come abbiamo detto è stabilirlo la mattina perché ogni giorno ha un turbo più o meno lungo, è diversa la quantità di palline che puoi metterci.

Con la nostra nuova tecnica del pomodoro, quando tu stabilisci che ogni giorno devi per forza fare 10 slot di tempo, 10 pomodori da 50 minuti, magari ci saranno alcuni giorni in cui ce la fai a farli e altri in cui ne farai 5-6 per vari motivi: demotivazione, stanchezza, mancanza di voglia, ecc. e

Non raggiungendo i tuoi obiettivi ti sentirai molto in colpa. Guarda, il senso di colpa, credimi, non è una buona cosa quando si studia! Occupa un sacco di risorse cognitive e mette ulteriore ansia, quindi evitiamolo!

Stabiliamo realisticamente la mattina quante palline possiamo mettere nel nostro tubo e non rimarremo delusi la sera. Così ti sentirai molto bene perché avrai avuto la sensazione di rendere lo studio e il lavoro un gioco in cui accumuli punti.

Parleremo in futuro di Gamification di tutto quello che facciamo, perché anche questo funziona e ne scoprirai delle belle! Però ti do subito una chicca…

Gamification coi bronzetti

La tecnica del pomodoro da 50 minuti può funzionare ancora meglio. Ti chiederai come…

Ce li hai i bronzetti? Cioè quelle monetine che non prendono neanche più nella cassa del supermercato…

Bene prendi un bicchiere e mettici dentro un bronzetto ogni volta che termini un pomodoro da 50 minuti.

Sembra una sciocchezza ma vedrai che cosa succede a fine giornata: stranamente, quando fai questo giochino dei bronzetti nel bicchiere, hai la sensazione di ottenere qualcosa ogni volta che finisci un pomodoro.

In realtà hai illuso il tuo cervello che sta ottenendo un piccolo premio. E il cervello con i premi (o meglio con l’accumulo di punti) funziona molto bene: chi ci ha creato il videogiochi negli ultimi 30 anni questo lo sa!

Ripeto, non è detto che funzioni subito e che tu da domani inizi a fare 10 pomodori da 50 minuti tutti i santi giorni. Qualche giorno saranno 10, qualche giorno saranno 8, qualche giorno ancora saranno 4! Non ti preoccupare!

A forza di accumulare bronzetti ti renderai conto di quanto hai fatto in più. Quando arrivi a fine giornata, fatti un applauso, che se sei stai ancora leggendo fine di questa guida e metti in pratica ogni cosa che dico sei una persona grandiosa!

Se ti piace quello che stiamo dicendo in queste guide e se stai scoprendo cose nuove che ti stanno aiutando, iscriviti al canale Youtube e fai click sulla campanella! Metti un mi piace ai video e condividili con chi ha bisogno di organizzare meglio il proprio tempo

Scrivimi nei commenti, io ti rispondo sempre perché voglio sapere quello che ne pensi

Quello che puoi fare ora è guardare i video per aiutarmi a far diventare gigantesca la Community MemoVia (100mila iscritti è l’obiettivo).

Mentre ti iscrivi al canale e mi scrivi io continuo a fare ricerca, studiare e sperimentare, per portarti sempre roba fighissima!

Ci vediamo qui molto presto!

Fai vedere che ci tieni:

Altre Guide che devi assolutamente leggere


Scrivi cosa ne pensi

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
memovia balance
Corso Online Balance

La tua Trasformazione inizia da qui:
sbloccati nello studio e mantieni sempre equilibrio, costanza e motivazione

memovia velocity
Corso Online Velocity

Per avere risultati più in fretta di tutti: raddoppia la tua velocità di studio, qualunque metodo tu voglia usare

memovia origin
Corso Avanzato Origin

Studia in modo efficiente e prendi voti alti: ricorda tutto a perfezione, per sempre, velocemente e senza ansia