Voglia di studiare chiusi in casa in Quarantena

Cosa trovi in questa Mega-Guida

V​oglia di studiare chiusi in casa in Quarantena

Cosa fare chiusi in casa in quarantena?

Stiamo scoprendo che letteralmente la voglia di studiare in quarantena svanisce e con essa la voglia di fare qualunque cosa. Anche di fare cose in cui altre volte provavamo grande piacere.

Eppure le cose da fare chiusi in casa non ci mancherebbero!

Il problema è che la situazione che stiamo affrontando è abbastanza difficile. Pensa a cosa succederebbe se dovessimo stare un anno chiusi in casa! Che fine farebbe la nostra voglia di studiare lavorare e fare le cose che ci piace fare?

L’isolamento che toltoglie la voglia di studiare chiusi in casa

L’isolamento è una sfida dal punto di vista dello studio del lavoro dell’umore e anche della forma fisica, visto che passando tanto tempo a casa abbiamo sempre il cibo disponibile e quindi tendiamo a mangiare molto di più.

Abbiamo bisogno di un manuale di sopravvivenza per tutti noi studenti e lavoratori che abbiamo bisogno di tenere sotto controllo diverse aree della nostra vita in questo periodo di quarantena, quindi:

  • la parte emotiva
  • la parte di studio e di lavoro
  • quella di voglia di studiare, la motivazione a fare le cose perché altrimenti rimaniamo al letto​
  • tutte le altre parti della nostra vita: i rapporti sociali, il nostro fisico, il tono dell’umore ​

Tutti questi elementi sono fortemente collegati e impattano moltissimo sulla nostra voglia di studiare in quarantena.

Certo quello che mi sento di consigliarti da subito e di spegnere un po’ la televisione e di fare attenzione a quali informazioni ricevi o ascolti perché sicuramente le informazioni contrastanti, catastrofiste o molto negative che ricevi e dal telegiornale o da alcuni amici suoi gruppi Whatsapp non sono molto utili a migliorare il tuo umore.

Quindi di conseguenza non ti spingono avere più voglia di studiare. Per esempio le frasi motivazionali tipo che

il carattere delle persone si crea quando il mare in tempesta e non quando è calmo”

Esami da incubo Il tuo metodo di studio è frustrante, lento e non ti dà sicurezza?
Non mollare... Abbiamo l'Ebook, video, Podcast e infografiche:

Inserisci qui la tua mail preferita per avere accesso immediato alla tua copia Omaggio dell'Ebook "I 3 Mostri da Uccidere all'Esame":

SICURO. Il link con l'accesso all'Ebook e al Gruppo Privato verrà inviato subito alla tua email. Riceverai contenuti di valore ogni settimana, sempre gratis. Niente mail ogni giorno (inutili) e countdown per venderti corsi a pagamento. Zero Spam.

non hanno alcuna utilità, appaiono vuote più che mai in questo periodo.

Voglia di studiare chiusi in casa: perché manca

Come sappiamo la voglia di studiare e di lavorare sono indissolubilmente legate:

  • alle emozioni spiacevoli
  • al grado di queste emozioni spiacevoli che proviamo durante la giornata
  • e ai pensieri intrusivi

Che cosa sta succedendo in questo momento? Che ci mancano da un lato il controllo, quindi ci sentiamo senza una deadline prestabilita, senza sapere quando finirà tutto questo con esattezza e ci sentiamo un po’ in balia delle brutte notizie che arrivano dall’esterno.

In aggiunta se sta in molto in solitudine e non sei abituato o abituata a farlo vieni preso facilmente all’ansia e dall’abbattimento per la situazione in cui ti trovi, e tutto questo porta a un umore più depresso, ti senti come se stessi sempre per esplodere, arrabbiato, in ansia, non tolleri le persone che intorno.

Le ricerche dicono che in situazioni come queste si sa anche come una nebbia nella mente, cioè meno energia, più confusione, meno interesse per le cose quotidiane e lucidità.

Pensa che in inverno gli abitanti del Nord Europa sono abituati a quello che si chiama Disturbo Stagionale Affettivo, in cui tendono ad avere meno energia appunto, meno vitalità, un umore peggiore e meno interesse a fare le cose, anche quelle che gli piacciono molto.

1. Il rilassamento guidato per aumentare la voglia di studiare chiusi in casa

Quindi il primo elemento su cui puoi intervenire subito attivamente per aumentare la tua voglia di studiare e di lavorare è proprio quello del rilassamento, cioè di diminuire le emozioni spiacevoli e le sensazioni spiacevoli attraverso delle sessioni di rilassamento guidato.

2. Voglia di studiare chiusi in casa e cibo

La seconda cosa che trascuriamo speso è la quantità di spostamenti che noi facciamo durante la giornata (quando siamo liberi di farli). In questo momento non li facciamo, non dobbiamo andare a fare la spesa, non possiamo andare al lavoro, all’università, eccetera.

Il risultato è che il grasso corporeo si accumula, anche perché abbiamo il cibo sempre a disposizione in casa e mangiamo anche per noia.

Come abbiamo già detto l’immagine corporea influisce molto sul nostro modo di sentirci e di essere motivati, anche di interagire con l’esterno e con la voglia di fare le cose.

Quindi mangia un po’ di meno, mangia più sano e fai più esercizio, altrimenti quando arriverà l’estate e sarà finita la quarantena salirai sulla bilancia e non sarai così felice che sia finita!

3. Come la vitamina D diminuisce la voglia di studiare chiusi in casa

A questo si aggiunge che stiamo uscendo sempre meno e quindi i raggi solari non possono aiutarci a produrre una vitamina indispensabile per la nostra vita quotidiana, per la nostra salute, il sistema immunitario e il grasso corporeo.

La vitamina D, che ti consiglio di assumere attraverso degli integratori.

4. Voglia di studiare chiusi in casa e sociofobia

Altra cosa su cui intervenire subito è la sociofobia.

Persino quelli che di noi sono più chiusi e tendono a stare più in casa in questo momento si stanno mettendo in discussione perché sentono di aver bisogno di interagire. Però non possono farlo, primo perché non si può uscire e poi perché anche quando si esce a fare la spesa ci si trova in una situazione surreale: le persone che si tengono a distanza di un metro con le mascherine e che non si toccano tra loro. Quindi non è esattamente bellissimo dal punto di vista del nostro umore.

In periodi di lungo isolamento aumentano il senso di solitudine e si ha difficoltà a sentirsi parte di una comunità e interagire con gli altri.

Per questo ti suggerisco di usare in orari prestabiliti dalla giornata a, i social network per vederli o sentirti con le persone care evitando i messaggi vocali e le bufale catastrofistiche (che quelle assolutamente non fanno bene all’umore).

5. Voglia di studiare chiusi in casa e sonno

Se non bastasse la nostra memoria, attenzione e voglia di fare le cose e studiare sono influenzate dal nostro ritmo circadiano.

Il ritmo è quello che decide quando ne dobbiamo svegliarci, addormentarci, quanto dobbiamo dormire e soprattutto quando mangiare e i movimenti intestinali. Quindi salva il tuo sonno perché in questo periodo avrai la tentazione di dormire di più anche se non sei particolarmente stanca o stanco oppure di dormire molto meno. Potresti sentirti continuamente in jet lag!

Tutto questo significa che gli studi nel mondo hanno dato degli ingredienti per sopravvivere a questa situazione di difficoltà è uno degli ingredienti e proprio di darsi delle regole, come abbiamo detto una routine giornaliera in cui sai quando svegliarti, quando andare a dormire, quando mangiare e cosa fare durante la giornata.

E’ per questo che all’interno di una routine giornaliera è così importante alzarsi la mattina (e questo non è scontato, non a mezzogiorno, alzarsi la mattina), lavarsi, cambiarsi, vestirsi, insomma non mettersi in quella condizione imbarazzante di vedersi e farsi vedere dagli altri abitanti della casa in pantofole e pigiama per tutto il giorno.

Non esagerare con le forzature per aumentare la voglia di studiare chiusi in casa

Una nota bene che voglio aggiungere é: evitiamo pressioni e stress aggiuntivi, perché già le limitazioni di libertà ci stanno imponendo delle fortissime pressioni anche se non ce ne accorgiamo, e questo stress lo sentiremo alla fine, proprio come le persone che vanno in guerra non si accorgono di aver subito una ferita ma se ne accorgono quando finisce la battaglia e si vedono sanguinare.

Quindi ok studiare e lavorare, forzarsi un po’ a farlo, darsi delle regole durante la giornata. Ma non esageriamo con lo studio, col lavoro, non esageriamo con le simulazioni d’esame, eccetera.

Ricorda che stimolante non è la stessa cosa di stressante.

Oggi hai bisogno di gestire le tue debolezze, non di metterti troppo in discussione, e di rimuovere le imperfezioni che hai nella tua vita in funzione di come vorresti che fosse, proprio oggi che vorresti uscire, e non di sentirti eccessivamente imperfetta o imperfetto.

La voglia di studiare chiusi in casa può crescere con uno strappetto alla regola?

che palle stare chiusi in casa! Io voglio uscire! Un piccolo strappo alla regola… una corsetta nel parco… voglio andare a rivedere gli amici e il partner!

Lo so che è difficile, però non facciamoci buttare giù, dobbiamo reagire.

Andrà tutto bene, ricominceremo ad avere la gioia di vivere, potremo uscire, avremo di nuovo controllo e libertà sulla nostra vita, rideremo e staremo insieme.

Ma fai attenzione a questa cosa, apri gli occhi.

Pensa a quelle persone che stanno perdendo un parente o che sono in terapia intensiva. Pensa ai medici e agli infermieri, loro sì che sono veramente in guerra e sono gli eroi che in questo momento si stanno muovendo per aiutare noi.

E noi possiamo aiutarli stando chiusi in casa e non sovraccaricando ulteriormente il sistema sanitario.

Ci sono tante persone sole es paventate, senza lavoro o che lo stanno perdendo. Beh noi dobbiamo essere forti anche per loro, ed è una cosa da fare insieme, un’esperienza condivisa intensa che ci ricorderemo per tutta la vita. Non ci ricapiterà più.

Il nostro modo di essere speciali e di valore oggi dipend da quanto siamo in grado di dare coraggio agli altri, di quanto usiam oquesti giorni per diventare più forti e di quanto illuminiamo la vita delle persone nei loro momenti bui durante la giornata

A proposito, se hai dei consigli sulle cose da fare chiusi in casa in quarantena e su come aumentare la voglia di studiare in quarantena, questo è il momento di scriverli qui sotto.

About the author

Inventore del Sistema FNM® - Fenomenologia dei Nuclei in Movimento. Creatore del Metodo di Studio MemoVia®. Inventore di Resilio® - il primo Metodo al Mondo di Allenamento alla Resilienza. Creatore di Innamora® - la Sequenza per la Fascinazione Comunicativa.

Giovanni


Altre Guide da leggere assolutamente:

Lasciami un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}